Venerdì, 16 Novembre 2018
L'INDAGINE

Tfr in busta paga, Confcommercio: "A richiederlo sarà un lavoratore su 5"

Interessate 300mila aziende.

ROMA. A chiedere il Tfr in busta paga sarà un lavoratore su 5 e la richiesta interesserà circa 300 mila imprese. Emerge da un'indagine Confcommercio-Format Research. Il 20% circa dei lavoratori è intenzionato a chiedere al datore di lavoro il Tfr che maturerà nel 2015. Sei su 10 (60%) utilizzeranno l'anticipo per i consumi o comunque per spese di cui si ha necessità, il 40% invece pensa di risparmiarlo magari mettendolo in banca. L'impatto del provvedimento riguarderà 300.000 imprese fino a 49 addetti «con conseguente aggravio della propria capacità finanziaria».

Bankitalia avverte: "Pensioni basse le più a rischio"
Pensioni povere, a causa delle nuove norme sul Tfr, e qualità servizi a rischio. A lanciare l'allarme sono Bankitalia e Corte dei Conti che in audizione davanti al Parlamento passano al setaccio la Legge di Stabilità e mettono in guardia il governo.

La manovra targata Renzi, che dopo le trattative con l'Unione europea è scesa da 36 a 32 miliardi come certificano i magistrati contabili, non spinge la crescita, secondo l'Istat, producendo dei benefici «marginali».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X