Mercoledì, 19 Settembre 2018
L'ATTENTATO

Libia, esplode un'autobomba vicino all'ambasciata dell'Egitto

L'Egitto è stato accusato più volte di aver partecipato ai raid aerei contro le milizie filo-islamiche in Libia

IL CAIRO. Un'autobomba è esplosa intorno alle 6 vicino all'ambasciata egiziana a Tripoli. Lo riferisce l'agenzia libica Lana, citando testimoni. L'Egitto è stato accusato più volte di aver partecipato ai raid aerei contro le milizie filo-islamiche in Libia. Non ci sono feriti secondo quanto riferisce l'agenzia libica Lana, aggiungendo che diverse auto vicine sono state danneggiate.

Fin dai primi raid aerei su Tripoli, lo scorso agosto, Egitto ed Emirati arabi uniti sono stati accusati di aver messo a disposizione basi e aerei per colpire i filo-islamici a Tripoli e Ansar al Sharia a Bengasi. Le 'rivelazionì di funzionari Usa, rilanciate dal New York Times, e di fonti governative egiziane, citate più di recente dal Daily Mail, sono state seccamente smentite dalle autorità del Cairo. Ieri una serie di attentati kamikaze con autobomba hanno colpito le città dell'est della Libia, dove hanno sede il governo e il parlamento riconosciuti dalla comunità internazionale. Almeno cinque le vittime, morti anche quattro attentatori.

Un'altra autobomba è esplosa, invece, sempre a Tripoli, vicino all'ambasciata degli Emirati arabi uniti, accusati come l'Egitto di sostenere i raid contro le milizie filo-islamiche. Lo riferiscono i media libici, sottolineando che le due ambasciate sono praticamente vuote ad eccezione della presenza di guardie armate. Non risultano feriti al momento nemmeno nella seconda esplosione, vicino alla rappresentanza diplomatica degli Emirati arabi uniti. La sede diplomatica egiziana aveva subito un tentativo di assalto da parte di uomini armati lo scorso 23 ottobre, sfociato in uno scontro a fuoco con le guardie.

Nel frattempo L'esercito egiziano ha annunciato che 8 militari risultano dispersi nell'«attacco terroristico» ad una nave della marina nel Mediterraneo. Le quattro imbarcazioni utilizzate per l'assalto sono state distrutte e 32 presunti assalitori sono stati arrestati, si legge in un comunicato diffuso dall'esercito egiziano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X