Venerdì, 21 Settembre 2018
GUSTO

Guida Michelin 2015, tre nuovi ristoranti stellati in Sicilia

Ventisette nuovi riconoscimenti in tutta Italia

MILANO. Nessuna nuova terza stella in regalo per le nozze di diamante fra la Guida Michelin e l'Italia: la sessantesima edizione presentata oggi a Milano conferma gli 8 tre stelle del 2014, ma sono molte le novità.

Sono 27 i nuovi ristoranti a ricevere una stella, specie in Toscana e Campania. Si aggiungono due nuovi ristoranti a due stelle: 'Il Piccolo Principe' di Viareggio (Lucca) guidato dallo chef Giuseppe Mancino, e la 'Taverna Estia' di Francesco e Armando Sposito a Brusciano (Napoli). "Non possiamo fabbricare le stelle - dice a margine Michael Ellis, direttore internazionale delle Guide - ma l'Italia resta una delle destinazioni gastronomiche più dinamiche al mondo".

Tre nuovi ristoranti stellati in Sicilia. Sono "I pupi" di Tony Lo Coco a Bagheria, "Il Cappero", di Crescenzo Scotti a Vulcano, "Il bavaglino" di Giuseppe Costa a Terrasini. Confermata la stella per Bye Bye Blues a Palermo, Coria a Caltagirone (Ct), La Capinera a Taormina (Me), La Gazza Ladra di Modica (Rg), La Fenice (Rg). Due stelle per La Madia a Licata (Ag), Principe Cerami a Taormina (Me), Locanda Don Serafino (Rg), Duomo (Rg).

Con i suoi 332 ristoranti stellati, l'Italia si conferma infatti secondo paese al mondo per quantità di riconoscimenti Michelin, mentre nella classifica di donne stellate in cucina l'Italia è al primo posto (47 stellate su 110 nel mondo). Accanto alla guida, in arrivo da domani nelle librerie, Michelin lancia dal 7 novembre anche un'app gratuita.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X