droga, malati, marijuana, medico, Sicilia, Società
LA NOVITA'

La marijuana? Adesso per averla basta un'app

Tradizionalmente negli Stati Uniti la droga si può prelevare in speciali dispensari

NEW YORK. La marijuana? Adesso sarà possibile procurarsela attraverso una nuova app. Si chiama Nestdrop ed è stata ideata negli Stati Uniti d'America. Qui i malati avranno uno strumento in più per avere la sostanza da consumare per uso terapeutico. Installandola nei loro smartphone potranno ordinare e ricevere la cannabis direttamente a casa. Tradizionalmente negli Stati Uniti la droga si può prelevare in speciali dispensari. Gli inventori sono Roddy Rodnia e Michael Pycher: i due giovani imprenditori sono arrivati primi, perché nessuno aveva mai pensato a un programma informatico per facilitare la consegna di droga a domicilio.

Intanto, anche Coldiretti dice sì alla marijuana terapeutica. L'associazione dei coltivatori lancia un'iniziativa per la costituzione di una vera e propria filiera italiana della coltivazione di cannabis da usare per fini terapeutici e per la fornitura di materia prima a vari comparti, tra cui quello tessile e della bio-edilizia. La proposta segue la firma del protocollo per l'avvio della produzione di cannabis terapeutica nello stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze da parte del ministro della Difesa, Roberta Pinotti, e del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

L'ostracismo nei confronti della cannabis è iniziato con l'adesione dell'Italia, nel 1961, alla Convenzione internazionale unica delle sostanze stupefacenti ed è continuato nel 1975 con la legge Cossiga contro gli stupefacenti. Fare un passo indietro, secondo Coldiretti, potrebbe consentire di ottenere buone risposte dal punto di vista terapeutico e da quello occupazionale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati