CONFINDUSTRIA

Crisi, Squinzi: "Le infrastrutture sono cruciali per far ripartire il paese"

Il presidente degli industriali parla da Bologna: "Il ministro Lupi è molto conscio di questo problema, infatti si è impegnato e ha recuperato delle risorse per aumentare gli stanziamenti a favore delle infrastrutture"

Confindustria, Crisi, infrastrutture, italia, Sicilia, Economia

BOLOGNA. Le infrastrutture sono «uno dei tasselli fondamentali per fare ripartire il Paese» e il ministro responsabile del settore, di fronte alla necessità di trovare fondi per le opere «è molto conscio di questo problema». Lo ha detto il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi. Parlando a margine del Salone ExpoTunnel a Bologna e replicando a chi gli chiedeva un commento sulle difficoltà di creare opere infrastrutturali senza avere grandi fondi, Squinzi ha sottolineato che «il ministro Lupi è molto conscio di questo problema, infatti si è impegnato e ha recuperato delle risorse per aumentare gli stanziamenti a favore delle infrastrutture».

A giudizio del numero uno degli industriali italiani, inoltre, «un serio programma di investimenti sulle infrastrutture è uno dei tasselli fondamentali per fare ripartire il Paese. Questo - ha concluso - è fuori discussione». «Quello che verrà fuori da Bruxelles non è così scontato». Così, a margine del Salone Expo Tunnel a Bologna, il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, si è limitato a replicare a chi gli chiedeva un commento sui possibili rilievi dell'Unione Europea riguardo la legge di stabilità disegnata dal governo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati