accoglienza, immigrazione, mare nostrum, ministero degli Interni, Angelino Alfano, Sicilia, Politica
L'ANNUNCIO

Immigrazione, Alfano: "Mare Nostrum sarà chiuso"

ROMA. «Mare Nostrum non convivrà con Triton, ma sarà chiusa. D'accordo con il premier, ad un prossimo COnsiglio dei ministri sarà deliberata la conclusione dell'operazione». Lo ha detto il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, in un'informativa alla Camera.

Il ministro ha ricordato che Mare Nostrum fra due giorni compirà un anno, ha ricevuto «l'apprezzamento della comunità internazionale», ma «fin dall'inizio è nata come un'operazione emergenziale e a termine, decisa dopo la strage di Lampedusa. È - ha sottolineato - inadeguata a fronteggiare il carattere strutturale delle correnti migratorie».

Alfano ha anche rilevato che «una mozione del Parlamento ha impegnato il Governo a verificare ogni iniziativa possibile per il superamento di Mare Nostrum.

Questo Governo ha chiesto a più riprese che l'Italia fosse adeguatamente sostenuta dall'Unione Europea e le nostre pressioni hanno sortito risultati tangibili. Abbiamo infatti ottenuto che sia l'Ue a presidiare le nostre frontiere, anche se questo non spoglia l'Italia dai suoi obblighi. L'1 novembre partirà l'operazione Triton, targata Frontex e 18 Stati hanno dato disponibilità a partecipare. Si tratta di un fatto senza precedenti: forniranno assetti, personale, esperti».

Triton, ha proseguito il titolare del Viminale, «costa meno di un terzo di quanto è costata Mare Nostrum, ha regole d'ingaggio diverse ed il suo obiettivo principale è quello di contrastare l'immigrazione irregolare. Le sue navi saranno impiegate nel raggio di 30 miglia dalle coste italiane e potranno disporre la distruzione delle imbarcazioni sequestrate agli scafisti».

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati