SINAI

Militari egiziani uccidono in un blitz
leader vicino all'Isis e altri 30 terroristi

Sin dallo scorso giugno, Ansar ha rivendicato la propria alleanza con lo Stato islamico di al Baghdadi

egitto, gaza, Isis, sinai, Sicilia, Mondo

IL CAIRO. Il leader di Ansar beit al Maqdis, l'organizzazione jihadista del Sinai vicina allo Stato islamico, è stato ucciso oggi in un blitz a sud di Rafah. Lo annuncia il portavoce dei militari egiziani, pubblicando su Facebook la foto del leader Shehtafarhan Khamis el Maatka senza vita.

L'«emiro» di Ansar, come viene definito dalla stampa egiziana, è stato ucciso in un blitz non lontano dal confine con la Striscia di Gaza, al termine di una settimana dei militari egiziani nella Penisola. Almeno 30 i terroristi uccisi, tra i quali anche il fratello del fondatore del gruppo. Secondo altre fonti, il gruppo è ora sparpagliato in diverse formazioni, ciascuna con un proprio 'emiro' più o meno collegato all'Isis.

Sin dallo scorso giugno, Ansar ha rivendicato la propria alleanza con lo Stato islamico di al Baghdadi, pubblicando video di decapitazioni orrende in «stile Isis», e lanciando strali contro i cristiani e gli ebrei.

© Riproduzione riservata

TAG: , , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati