Sicilia, Siracusa, Politica
NEL SIRACUSANO

Regionali, si ripete il voto in nove sezioni di Rosolini e Pachino

Ottomila i cittadini richiamati alle urne. Lo spoglio al via domattina alle otto

 SIRACUSA. Sono state aperte stamattina e si chiuderanno alle 22 le urne in nove sezioni dei comuni di Rosolini e Pachino, nel siracusano, con 8mila cittadini chiamati a ripetere il voto delle regionali di due anni fa, come disposto dal Consiglio di giustizia amministrativa (Cga) per i presunti brogli. Lo spoglio delle schede comincerà domani alle 8.

La decisione mesi fa dopo accertamenti su presunti illeciti penali commessi in occasione dello svolgimento delle ultime tornate siciliane ed a seguito di denunce provenienti da diversi deputati regionali  la Procura della Repubblica di Siracusa ha disposto il sequestro della documentazione elettorale relativa ad alcune sezioni elettorali del Comune di Pachino e Rosolini. Tale documentazione è stata acquisita dal fascicolo processuale incardinato presso il Consiglio di Giustizia Anuninistrativa di Palermo per le presunte irregolarità nello svolgimento delle stesse elezioni regionali".

Un tassello in più al filone di inchiesta giudiziaria sollevata da una precisa denuncia dell'ex deputato regionale Pippo Gennuso vittima, a suo dire, dei paventati brogli elettorali. Come si saprà l'ultima sentenza del Cga aveva messo in discussione il respondo delle urne per il rinnovo all'Ars e dunque l'autorizzazione a procedere alla ripetizione del voto a Pachino e Rosolini, mettendo anche in luce il mistero delle schede scomparse dal tribunale di Siracusa. Tutto questo accade mentre da Palermo si attende ancora il pronunciamento "politico" del governatore Crocetta per dare corso alle minielezioni, ma questo non avverrà sino a quando non perverrà il parere dell'Ufficio Legale della Regione. Nella denuncia vengono richiesti l'emissione dei provvedimenti cautelari nei confronti di chi ha sbagliato, dunque di mandanti ed esecutori dei paventati brogli elettorali, ed anche nei confronti di chi ha fatto materialmente sparire le schede elettorali sequestrate dal Palazzo di Giustizia.

IL MALTEMPO FRENA L'AFFLUENZA. Il maltempo sta condizionando l'affluenza degli elettori. Alle 19 a Rosolini ha votato il 35% dell'elettorato, con un aumento del 2% rispetto a due anni fa; più basso il dato a Pachino, con l'affluenza al 23%, 7 punti in meno di due anni fa. Al momento dunque non c'è stata la corsa al voto, come pronosticato alla vigilia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati