Lunedì, 24 Settembre 2018
I ROSSAZZURRI

Catania beffato nel finale: a Crotone la vittoria va in fumo

di
Gli etnei in vantaggio nel primo tempo grazie a una rete di Calaiò, riacciuffati nel recupero e solo con un penalty

CROTONE. Beffa nel finale per il Catania che, dopo aver giocato una grande gara, subisce il pareggio all'ultimo minuto di recupero e su rigore. Sannino propone un 4-1-4-1 con Capuano davanti la difesa e Calaiò unica punta, Drago invece conferma in toto l'undici iniziale vittorioso tre giorni prima a Bologna.

Dopo una prima fase di studio al 20' arriva il primo vero pericolo della gara. De Giorgio scodella in mezzo un calcio piazzato, da difesa del Catania si dimentica completamente di Claiton che però non arriva di un nulla sul pallone. La squadra di Drago manovra bene ma fatica negli ultimi metri visto che deve scontrarsi con le maglie strettissime della difesa catanese. Al 26' arriva la rete del vantaggio ospite: calcio d'angolo battuto dalla sinistra da Rosina, Calaio sbuca sul primo palo anticipando tutti col sinistro senza lasciare scampo a Secco, 1-0. La reazione dei pitagorici arriva al 33'. Dezi prende palla sulla trequarti, fa fuori quattro uomini e calcia violentemente verso la porta, Anania è reattivo e devia in calcio d'angolo. Drago perde Modesto per infortunio, al suo posto entra Balasa. Il Crotone però non riesce a reagire, il Catania è messo ottimamente in campo e la mano di Sannino inizia a farsi vedere; la difesa non concede praticamente nulla e una volta riconquistata palla verticalizza velocemente per Rosina e Calaiò. L'attaccante in pieno recupero incrocia benissimo col sinistro appena dentro l'area, la palla sembra finire in rete ma termina la sua corsa sul palo graziando il Crotone che rimane in partita.

Nella ripresa Drago corre ai ripari, dentro Oduamadi e fuori De Giorgio. I pitagorici stringono i tempi e si affidano proprio alla velocità del nigeriano. Che al 17 viene servito e si invola verso la porta, ma Spolli lo atterra al limite dell'area; il calcio di punizione lo batte Ciano che impegna chiama in causa Anania. Sull'angolo seguente la palla viene allontanata dall'area, arriva sui piedi di Suciu che calcia a botta sicura ma centra in pieno Monzon. Il Crotone adesso è vivo e ci crede anche se il Catania aspetta sornione e riparte. Al 24' ancora padroni di casa pericolosi: Maiello porta palla e scarica sulla destra per Balasa, il terzino conquista il fondo e crocca per la testa di Oduamadi che spedisce fuori di pochissimo. Sannino fa alzare dalla panchina Almiron mentre Drago tenta il tutto per tutto con Padovan al posto di Suciu. Al 31' il Catania ha un'altra occasione per chiuderla ma Castro è egoista e invece di servire Calaiò al centro tenta il tiro sparando altissimo. Nel finale i pitagorici attaccano a testa bassa, più con la forza dei nervi che delle idee ma il Catania regge bene l'urto. Ma proprio all'ultimo istante arriva la beffa per i siciliani: minuto 47', mischia in area e Garufi stende Padova, è rigore. Sul dischetto si presenta Ciano che spiazza Anania,1-1 e partita finita.

© Riproduzione riservata

PERSONE: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X