Giovedì, 15 Novembre 2018

Obama: non invieremo truppe in Iraq

Il presidente degli Stati Uniti: "Quello che stiamo facendo non è l'equivalente della guerra del 2003"

NEW YORK. "Quello che stiamo facendo non è l'equivalente della guerra in Iraq del 2003": lo ha detto il presidente Usa, Barack Obama, parlando dello sforzo di costituire una grande coalizione internazionale contro l'Isis. "Martedi' o mercoledi' farò un discorso per spiegare chiaramente quello che stiamo facendo e perche' la gente capisca". Al momengo "non c'e' nessuna minaccia diretta dell'Isis" per gli Stati Uniti: lo ha detto il presidente Usa, Barack Obama, ribadendo come non invierà truppe americane in Iraq: "Le truppe in campo devono essere irachene. Non ha senso che gli Usa occupino Paesi in giro per il Medio Oriente, Non avremmo le risorse". Il presidente Usa, Barack Obama, nel corso di un'intervista sula Nbc ha sottolineato inoltre come gli Stati Uniti andranno avanti con i raid aerei per sostenere le truppe irachene e curde sul campo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X