Domenica, 23 Settembre 2018

Sbarchi a Pozzallo e a Siculiana
Fermati in tutto 5 presunti scafisti
Uno era già stato arrestato nel 2013

Sicilia, Cronaca

POZZALLO. La squadra mobile di Ragusa ha fermato i tre presunti scafisti dello sbarco di ieri a Pozzallo (Ragusa) quando a bordo di due motovedette sono approdati 200 siriani. Gli accertamenti condotti dalla polizia Scientifica sull'identità dei tre ha permesso di stabilire che di loro era stato già stato arrestato per lo stesso reato a Portopalo di Capo Passero (Siracusa) nel 2013.
Uno dei fermati (quello che non ha voluto rendere dichiarazioni) era già stato in Italia cinque volte, sbarcando a Lampedusa, e nel 2013 era stato arrestato. Salgono a cento gli scafisti finiti in manette nel 2014.
I tre fermati sono gli egiziani Yousef Mohamed Ibrahim, 32 anni; Tarak Honeim, 28 anni e Mohani Hanim, 24 anni. Sono accusati di aver procurato l'ingresso in Italia di 197 migranti sbarcati ieri a Pozzallo, molti dei quali minori e anche neonati.
Intanto, intorno a mezzogiorno sempre a Pozzallo sono sbarcati 355 migranti, tra cui anche un neonato di 20 giorni  che è stato ricoverato precauzionalmente nella divisione di neonatologia dell'ospedale di Ragusa. Quattro invece le donne in stato di gravidanza inviate nel reparto di ginecologia a Modica. Per il resto due uomini traumatizzati sono stati ricoverati a Ragusa. Con lo sbarco di oggi, il secondo nel giro di 24 ore, sono 555 i migranti arrivati a Pozzallo in prevalenza famiglie siriane, in fuga dalla guerra.
Sbarchi anche ad Agrigento: una ventina di immigrati - ma il numero potrebbe essere maggiore - sono sbarcati stamani sulla spiaggia di Torre Salsa a Siculiana, nell'agrigentino, e sono stati fermati due tunisini, presunti scafisti di questo sbarco. I due sono stati fermati dai carabinieri e dalla guardia costiera mentre su una imbarcazione di circa 10 metri avevano preso il largo. Interrogati, hanno messo i carabinieri in condizione di rintracciare una ventina dei migranti appena arrivati che si trovavano ancora sull'arenile. Le ricerche di altri eventuali immigrati proseguono. È stato un appuntato dei carabinieri in servizio ad Agrigento, attualmente in ferie, ad accorgersi dello sbarco di 20 migranti sulla spiaggia di Torre Salsa a Siculiana (Ag) e a dare l'allarme che ha consentito di arrestare i due presunti scafisti. Il militare, stamani, stava pescando al largo con la sua piccola barca quando ha notato il barcone di 10 metri che si allontanava dalla costa. Si è insospettito e ha seguito il natante, lanciando l'allarme e chiamando i suoi colleghi. È stato semplice, a questo punto, per i militari dell'Arma e per la guardia costiera bloccare il barcone.        
Questa sera, intanto, a Porto Empedocle, è previsto l'arrivo di 470 migranti, intercettati nel Canale di Sicilia dai pattugliatori Cp905 e Cp403 della Guardia costiera.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X