Martedì, 25 Settembre 2018

Fiat Termini Imerese, Fiom: "Renzi venga davanti ai cancelli"

TERMINI IMERESE. Renzi venga davanti ai cancelli  della Fiat, parta da questo luogo simbolo delle tante vertenze  aperte in Sicilia il riscatto di questa terra«. A lanciare  l'invito è il leader della Fiom siciliana, Roberto Mastrosimone,  che accoglie con soddisfazione e speranza l'annuncio del premier  Matteo Renzi della sua prossima visita nell'isola, a Termini  Imerese e a Gela, dove le vertenze della Fiat e dell'Eni sono a  un punto di svolta.     »La presenza di Renzi è una occasione unica - dice  Mastrosimone - Da lui i lavoratori si aspettano quelle soluzioni  attese da anni ma mai concretizzatesi. Tante promesse sono state  solo illusioni, siamo certi che il premier verrà in Sicilia per  dare certezze«. Per la Fiom la scelta dell'Eni a Gela è  sbagliata, il gruppo deve mantenere l'impegno per 700 mln di  investimenti e rilanciare le raffinerie in Sicilia.  Per quanto riguarda Termini Imerese, Mastrosimone ricorda che  »la vertenza Fiat va avanti da 12 anni, è giunto il tempo delle  soluzioni concrete: basta annunci«.     »Vogliamo accogliere Renzi davanti ai cancelli della Fiat -  afferma il leader della Fiom - È da qui che bisogna fare partire  il rilancio dell'industria in Sicilia, siamo certi che il  premier si sottrarrà di fronte al tentativo da parte di qualcuno  di trasformare la sua visita in una passerella politica«.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X