Domenica, 23 Settembre 2018

Eni, sciopero generale dei lavoratori in sostegno della "vertenza Gela"

Sicilia, Archivio

GELA. Uno sciopero generale nazionale dei lavoratori dell'energia nei siti Eni italiani sarà proclamato da Cgil, Cisl e Uil a sostegno della «vertenza Gela» per confermare la linea dura del sindacato contro la decisione aziendale di chiudere la raffineria e cancellare i previsti 700 milioni di investimento. La decisione, concordata con le altre sigle sindacali, è stata comunicata nell'attivo delle Rsu aderenti alla Filctem-Cgil, a Gela, che si è svolto con la partecipazione del segretario nazionale, Emilio Miceli.


"Non possono venire a dirci - ha detto Miceli - che è difficile gestire gli impianti di Gela mentre l'Eni non batte ciglio davanti a situazioni di conflitti armati come quelle di Libia, Nigeria o Afghanistan, dove piuttosto si continua a investire denaro». Sulle nuove ipotesi di progetti per la produzione di bio-carburanti e di rigasificatori, «ben vengano le proposte - dicono le Rsu - ma confrontiamoci a impianti in marcia, tenendo conto che prima dell'incendio di marzo al topping-coking, la raffineria gelese era terza in assoluto per riduzione delle perdite economiche».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X