Giovedì, 20 Settembre 2018

Riesi, differenziata al via tra le polemiche

RIESI. Procede, tra mal di pancia e malumori, il nuovo servizio di raccolta differenziata. In particolare a molti cittadini non piace tenere a casa per diversi giorni l’umido, che viene ritirato solo due volte a settimana (lunedì e venerdì). La convivenza con scarti e avanzi di cucina, conferiti in appositi sacchetti biodegradabili, che alcuni hanno la possibilità di posteggiare in garage o nei balconi, è diventata insostenibile soprattutto per chi non dispone di locali e decide di depositarla sulla soglia di casa per evitare di rendere l’abitazione invivibile a causa dei cattivi odori emanati. «L’umido non si può tenere a casa per quattro giorni – dice Calogero Bordonaro, residente in via Cavallotti -. Non ho un locale dove poterlo adagiare e sono costretto a posare il sacchetto davanti la porta di casa, che alimenta la presenza di insetti».
Parecchi sono gli utenti che chiedono all’amministrazione capitanata dal sindaco Salvatore Chiantia ed alla ditta Tekra, che da qualche settimana gestisce il servizio, di incrementare le giornate di ritiro dell’organico. Di raccolta differenziata e annesse problematiche si tornerà a discutere stasera in Consiglio comunale. Di disservizi e scarsa campagna informativa sul nuovo servizio parla il consigliere del Nuovo Centrodestra Enrico Riggio. «Già si sente dire in giro che la maggioranza consiliare non si presenterà per l’ennesima volta in aula per la seduta dedicata alla raccolta differenziata perché probabilmente sfugge al confronto politico – dice Riggio -. Tanti cittadini lamentano il disservizio provocato dall’insufficiente ritiro dell’umido che in alcune zone viene prelevato dopo le ore 14. Inoltre il nuovo servizio non è stato molto pubblicizzato. Non si può tenere un solo incontro al cine-teatro con la cittadinanza, due giorni prima dell’avvio del servizio. I sacchetti biodegradabili andavano conferiti “porta a porta” perché i cittadini pagano le tasse. Spero che i 14 consiglieri della maggioranza bulgara del sindaco, abbiano la forza ed il coraggio di presentarsi in aula e di aprire la bocca su queste tematiche importanti che interessano l’intera collettività. Invito l’amministrazione a rivedere anche il servizio di pulizia delle strade, che con il nuovo orario avviene in tarda mattinata». Intanto il sindaco Salvatore Chiantia ha emesso un’ordinanza per esortare i cittadini a rispettare le direttive previste per la raccolta differenziata. Ogni tentativo di interpellare, ieri, telefonicamente il sindaco Salvatore Chiantia e l’assessore all’Ambiente Matteo Lanza, sulla questione, si è rivelato vano.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X