Sabato, 17 Novembre 2018

"Big Wedding", De Niro e Sarandon insieme al cinema

Un matrimonio da preparare e uno
finito tanti anni prima, in una famiglia molto allargata che
riunisce figli, ex mogli, nuove compagne, mamme adottive,
sorelle acquisite, probabili nuove fidanzate, respingenti
consuoceri, ex imbarazzanti amanti. Sono fra le disavventure in
commedia di Big Wedding di Justin Zackham interpretato da un
cast stellare che comprende Robert De Niro, Diane Keaton, Susan
Sarandon, Robin Williams, insieme fra gli altri a Ben Barnes,
Amanda Seyfried, Katherine Heigl, Topher Grace. Il film, in
uscita il 26 giugno distribuito da Universal, è il remake della
farsa svizzera-francese Mon Frere Se Marie di Jean-Stephane Bron
(2006).
Zackham, che del film oltre che regista è produttore e
sceneggiatore (tra i suoi lavori precedenti, la sceneggiatura di
Non è mai troppo tardi con Jack Nicholson e Morgan Freeman) ha
rivoluzionato storia e personaggi rispetto all'originale:
«Quello che mi ha veramente interessato era esplorare il
concetto di famiglia al giorno d'oggi, perchè quella "nucleare"
non esiste più. La famiglia della storia è inguaiata in molti
modi ma l'amore resta la cosa più importante» ha spiegato nelle
interviste.
La trama prende il via dal ritorno di Ellie (Keaton), nella
casa dove ha vissuto quando era ancora sposata con il suo ex
marito, Don Griffin (De Niro) dal quale è divorziata da 15 anni.
L'occasione è il matrimonio del loro figlio adottivo Alejandro
(Barnes) con Melissa (Seyfried). Alla riunione di famiglia
partecipano anche Bebe (Sarandon) nuova compagna di Don, ed ex
migliore amica di Ellie, e gli altri figli della coppia, Lyla
(Heigl), avvocato in crisi con il marito, e Jared (Grace) medico
quasi trentenne ancora vergine perchè in attesa della donna
giusta. L'apparente armonia si dissolve quando Alejandro chiede
ai suoi genitori adottivi di continuare a fingersi sposati, per
non turbare la sua madre naturale, fervente cattolica, in arrivo
dalla Colombia. Ellie e Don accettano, ma Bebe non la prende
bene e scoppia il caos. Tra le poche voci della ragione il
saggio Padre Monaghan (Robin Williams)...
A dire sì per prima al film è stata Diane Keaton: «Sul set
ho avuto modo di conoscere veramente Robert De Niro. Avevamo
recitato insieme in due film, Il padrino II, e La stanza di
Marvin, ma in quelle occasioni non c'era stato modo. Stavolta
invece il tempo c'è stato e ho scoperto una grande persona. La
sua forza come attore è la capacità di sorprendere, fa sempre
sempre qualcosa che non ti aspetti» ha detto l'attrice. Diane
Keaton, prima di Big Wedding aveva una conoscenza superficiale
anche di Susan Sarandon: «Secoli fa avevo fatto la pubblicità
per un deodorante e lei era stata scelta dopo di me... ma non
ci siamo mai frequentate. L'occasione ce l'ha data il film. Sul
set c'era una splendida atmosfera». Big Wedding «riunisce un
sacco di attori davvero fantastici nei panni di gente che ha
molte questioni irrisolte - spiega Susan Sarandon nelle note di
produzione -. Ci sono tanti diversi umorismi e anche momenti
familiari commoventi. Ma non vorresti che tutto questo
succedesse a casa tua».
Nonostante l'intesa fra gli attori, il film è stato stroncato
da critici americani (a Katherine Heigl è anche arrivata una
nomination ai Razzie come peggior attrice) ed è andato male al
botteghino. Zackham però era partito con le migliori
intenzioni: «Il mio obiettivo era quello di fare una commedia
onesta dove ci si sente di aver davvero conosciuto questa
famiglia».
Sopra il trailer.

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X