Domenica, 18 Novembre 2018

Ancona, concorsi universitari: 3 docenti condannati

ANCONA. Tre docenti membri di una commissione universitaria sono stati condannati per abuso d'ufficio ad Ancona, nell'ambito di un'inchiesta su un concorso per due posti da ricercatore universitario di ruolo presso l'Università Politecnica delle Marche, Facoltà di Medicina e Chirurgia nel settore Malattie Odontostomatologiche. Lo ha deciso il Gup Francesca Zagoreo su richiesta del pm Marco Pucilli. In abbreviato il giudice ha inflitto un anno di carcere a Livia Ottolenghi, 52 anni, di Roma, presidente della commissione, e condannato a 10 mesi Aniello Ingenito, 62 anni, di Castellammare di Stabia, e Pietro Messina, 55 anni, di Bagheria, entrambi membri della commissione. Le pene sono state sospese.   
Secondo l'accusa, i due ricercatori non sarebbero stati meritevoli quanto una terza candidata, esclusa, che  presentò denuncia alla procura della Repubblica. Il Gup ha riconosciuto alla donna il diritto ad essere risarcita. I fatti sarebbero stati commessi tra Ancona e Roma, fra il settembre 2010 e il giugno 2011. Gli imputati hanno respinto con forza le accuse, sostenendo l'assoluta regolarità delle condotte seguite: i difensori avevano chiesto l'assoluzione piena. Tra gli abusi contestati, il riconoscimento a favore degli altri candidati di titoli non dovuti, dell'insegnamento di materie non attinenti alla procedura comparativa ma anche la sottovalutazione di curriculum e pubblicazioni della terza candidata.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X