Domenica, 23 Settembre 2018

In Sicilia 1.391 lavoratori hanno contratto malattie professionali nel 2012

PALERMO. Ad ammalarsi sono soprattutto i lavoratori del settore industria a Palermo, 63 casi, segue l'artigianato con 27 casi, e il terziario con 20. Sono i principali dati sui casi di malattie professionali a Palermo e Trapani, resi noti oggi dall'Inail durante il seminario organizzato dalla Cisl Salute e lavoro il ruolo del sindacato e del patronato, che si è svolto all'Astoria Palace. In tutto nel 2012 sono stati 168 le malattie professionali riconosciute a
Palermo, 67 a Trapani dove la maggior parte dei casi si registra anche in questo caso nel settore industria. «Le denunce sono poche, spesso per disinformazione e spesso per timore del lavoratore sulle possibili conseguenze sul proprio futuro occupazionale - afferma il sindacato - In tutto in Sicilia sono stati 1.391 contro gli oltre 46 mila in tutto il paese, un dato
che mostra, oltre al basso numero di occupati, dunque, anche la difficoltà di giungere al riconoscimento della malattia e alla denuncia da parte dei lavoratori spesso poco informati sul
diritto di riconoscimento della malattia professionale o preoccupati degli effetti delle denunce».
Nel complesso il 2011 ha visto 161 casi a Palermo e 81 a Trapani. Nel 2012 la malattia che a Palermo ha colpito di più i lavoratori è riconducibile ai disturbi al sistema osteo-articolare dei muscoli del tessuto connettivo, seguono le malattie del sistema nervoso e patologie tumorali, stesso dato sulle malattie articolari a Trapani.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X