Mercoledì, 14 Novembre 2018

Sottufficiale dell'Esercito di Barcellona Pozzo di Gotto si suicida con una scarica elettrica

VITERBO. Prima ha fissato due cavi elettrici al corpo attraverso la cintura, poi li ha collegati alla presa di corrente: si è tolto la vita così Antonio Caltagirone, sottufficiale dell'Esercito di 38 anni di stanza a Viterbo. E' accaduto giovedì scorso, ma si é saputo solo oggi. Originario di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina, l'uomo viveva da tempo nel viterbese, a La Botte, frazione di Vetralla. A trovarlo sono stati i carabinieri della stazione locale. Non si conoscono ancora i motivi del gesto, su cui stanno cercando di fare luce i militari, che hanno avvertito i parenti. Finora non sono stati trovati biglietti a motivare il suicidio. L'uomo aveva da poco interrotto la relazione con la moglie. Era stato anche in missione in Afghanistan nel 2009. Caltagirone lascia due figli piccoli.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X