Martedì, 25 Settembre 2018

Mercato del Palermo, grandi manovre

Domani c’è il Carpi, ma si pensa già alla prossima stagione. Nel mirino Paulinho del Livorno, potrebbe aprirsi un asse col Catania per Lodi, Spolli e Bergessio

PALERMO. Il campionato di Serie B non è si ancora concluso ufficialmente, domani c’è la partita col Carpi, ma la promozione matematica arrivata ormai due settimane fa permette al Palermo di potere pianificare il futuro con una certa tranquillità. Si pensa già alla prossima stagione, in attesa che ai vertici societari si definisca la situazione relativa al rinnovo contrattuale del direttore dell'area tecnica Giorgio Perinetti. Maurizio Zamparini, in più circostanze, ha dichiarato che il Palermo 2013/2014, che ha dominato il campionato di B, avrà bisogno di cinque-sei innesti di categoria per potere essere competitivo per il prossimo anno in Serie A. Di «qualche innesto» da concordare con la società, ha parlato anche il tecnico Beppe Iachini. Zamparini, Iachini e Perinetti si sono incontrati martedì scorso a Cittadella. C'è un ampio margine di tempo a disposizione per ottimizzare le strategie di mercato che il Palermo non vorrebbe vanificare per potere così bruciare la concorrenza. Ecco, quindi, che i primi nomi accostati al club rosanero, sono quelli di giocatori appena retrocessi dalla serie A con Catania, Bologna e Livorno. Nella fattispecie: Lodi, Bergessio e Spolli dal Catania, Lazaros e Kone dal Bologna, Paulinho dal Livorno.
SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA LA VERSIONE INTEGRALE DELL’ARTICOLO

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X