Mercoledì, 14 Novembre 2018

Genovese, deputato M5S lo fotografa in Aula: "Stai sereno"

ROMA. Una foto di Francantonio Genovese scattata con il cellulare nell'Aula della Camera. E sotto il messaggio: "Genovese stai sereno che Pd e Sel ti salvano facendo ostruzionismo sulla pelle dei lavoratori". E' il tweet di un deputato del Movimento 5 Stelle, Emanuele Cozzolino.


Cozzolino immortala Genovese tra gli scranni dell'Aula, dove si dovrà votare per autorizzare il suo arresto, e denuncia un tentativo di Pd e Sel di rinviare il voto sulla decadenza allungando i tempi per il voto del decreto lavoro. La foto di Francantonio Genovese ritratto in Aula rimbalza sui profili Twitter e Facebook dei deputati M5s che inondano la rete di accuse rivolte al Pd di voler rinviare il voto a dopo le elezioni e Sel di fare da "stampella" ai democrat facendo ostruzionismo sul dl lavoro.


"Sono passate ore e questa situazione imbarazzante di auto-ostruzionismo del Pd continua con l'immancabile aiuto degli amichetti di Sel, stampella della maggioranza nei momenti difficili. Intanto l'onorevole Genovese è in aula che bello tranquillo si gode l'ostruzionismo messo in atto dal suo Partito per difendere la sua libertà" scrive la deputata Fabiana Dadone che aggiunge: "Sel ci provoca continuamente dicendo che non difendiamo i lavoratori facendo ostruzionismo contro questo scandaloso decreto lavoro, decreto alla terza fiducia. Peccato che loro nelle due letture precedenti abbiano badato bene ad opporsi con forza. Ipocriti!".


Anche Ferdinando Dini Alberti commenta: " La Stampella sta cercando di far passare il messaggio che solo Sel lotta contro il decreto Poletti. Eppure in commissione Lavoro non me li ricordo così combattivi come oggi. Anzi, me li ricordo abbastanza inconsistenti e per nulla collaborativi quando noi cercavamo di bloccare il decreto anche chiedendo la ripresa web e la votazione nominale degli emendamenti. Troppo comodo fare i komunisti a favore di telecamera e soprattutto quando fa comodo al capobastone piddino".


Andrea Colletti annota: "Attenzione! C'è un potenziale latitante che si aggira per l'Italia. Si chiama Francantonio Genovese, è un deputato del Pd, e da due mesi la magistratura chiede il suo arresto. Il MoVimento 5 Stelle ha chiesto di votare subito, di non perdere altro tempo, per non essere costretti, poi, ad andare a ricercarlo. Magari in Libano. Anche lui".


GRILLO: NON LASCIARE FUGGIRE GENOVESE. «Attenzione! C'è un potenziale latitante che si aggira per l'Italia. Si chiama Francantonio Genovese. Non lasciatelo fuggire». Così Beppe Grillo posta un suo video sul suo blog per tornare sul caso Genovese. «Lanciamo un appello alle forze di polizia, tenetelo d'occhio» aggiunge.  Genovese «è un deputato del Pd, e da due mesi la magistratura chiede il suo arresto. Il suo partito gli ha già dato due mesi per inquinare le prove e per reiterare il reato e ora vuole rinviare il voto sul suo arresto a dopo le elezioni europee» afferma ancora Grillo che ricorda: «Il MoVimento 5 Stelle ha chiesto di votare subito, di non perdere altro tempo, per non essere costretti, poi, ad andare a ricercarlo. Magari in Libano. Anche lui. La maggioranza ha detto no. Lanciamo un appello alle forze di polizia: tenetelo d'occhio. Quest'uomo, secondo le accuse, ha sottratto fondi pubblici per almeno 6 milioni di euro. Non lasciamolo fuggire».


CRESCE IPOTESI SLITTAMENTO DEL VOTO. Prende sempre più quota l'ipotesi
dello slittamento del voto per l'autorizzazione all'arresto del deputato Pd Francantonio Genovese a dopo le elezioni europee. Secondo quanto confermano fonti della maggioranza, dovrebbe infatti essere data la precedenza in Aula al voto del decreto Casa, approvato oggi al Senato e in calendario già per questa sera alle 20.30 in commissione alla Camera. Il decreto scade infatti il 27 maggio, ma la prossima settimana è previsto uno stop dei lavori parlamentari per gli ultimi giorni di campagna elettorale. Dunque, dovrebbe essere fatta presente l'esigenza di approvare già questa settimana, entro venerdì, il dl Casa.
Intanto, in Aula prosegue l'ostruzionismo di Sel sugli ordini del giorno al decreto Lavoro e il voto finale sul provvedimento rischia di slittare a domani. Questo dato, insieme alla
necessità di approvare in tempi brevi il decreto sulla casa - viene spiegato - potrebbe portare a un'inversione dell'ordine dei lavori dell'Aula e al conseguente slittamento a dopo le europee del voto sull'arresto di Genovese. Una decisione potrebbe essere presa già questa sera, nella conferenza dei capigruppo che dovrebbe essere convocata al termine dei lavori dell'Aula.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X