Giovedì, 20 Settembre 2018

Napoli, "Happy" contagia Scampia: balla anche il parroco

Spopola già sulla rete "We are
happy from Scampia" il video ispirato alla hit di Pharrell
Williams: sulle note della celebre rockstar americana danzano
uomini e donne del quartiere periferico napoletano, giovani e
meno giovani, bambini, lavoratori, preti e pubblici
amministratori di quella che viene da loro definito "a happy
place". E se Pharrell come ambientazione per la sua musica
sceglie le strade più buie del Bronx, è sullo sfondo di Scampia
e delle sue vele tristemente note che si proiettano flash di
varia umanità, immagini, volti e suoni di un popolo ben
intenzionato a cambiare, in meglio, il mondo in cui vive. Nel video ecco spuntare i sorrisi di pizzaioli e ambulanti,
le phoniste, i vigili del fuoco, i piccoli allievi di palestre
di judo o delle piscine, e poi il parroco, le poliziotte al
volante che intonano le note del rap, ma c'è anche il giovane
senegalese che irrompe col suo «peace and love, man, respect». Ideato e realizzato da Giuseppe Divaio, Dario De Simone ed Ugo
De Matteo, il video lanciato nel giorno di Pasqua ha raggiunto
in poche ore diecimila visualizzazioni su YouTube.
Per Angelo Pisani, presidente dell'Ottava Municipalità di
Napoli e motore dell'iniziativa, si tratta anche di una "sfida"
ai produttori della serie tv Sky ispirata a "Gomorra" che egli
stesso definì una fiction "che criminalizza l'intero quartiere",
annunciando una class action per i danni che il film potrebbe
produrre all'immagine di quel territorio e di Napoli nel mondo. Per ora c'è la risposta di decine di rapper improvvisati con
i loro 5 minuti di allegria, testardaggine e speranza. «Perchè
qui lo sforzo quotidiano - conclude Pisani - è quello di essere
uniti e di migliorare, tutti insieme, i livelli di vivibilità,
continuando a far sentire e forte la nostra voce. Quella vera».

© Riproduzione riservata

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X