Mercoledì, 26 Settembre 2018

Crolla capitello, tragedia sfiorata a Riesi

RIESI. Sì è rischiata la tragedia martedì sera in via Roma per il distacco di una parte di un capitello esterno della chiesa del Santissimo Rosario. Per fortuna nessuna persona o auto percorreva la strada in quel momento o si trovava nelle vicinanze della parrocchia, molto frequentata dai fedeli, soprattutto in occasione della messa pomeridiana che viene celebrata tutti i giorni della settimana. Sul posto sono intervenuti i vigili urbani, i carabinieri ed i vigili del fuoco del distaccamento di Mazzarino. La zona è stata prontamente transennata e chiusa al traffico per consentire ai pompieri di mettere in sicurezza la chiesa ed evitare ulteriori cedimenti. Sul posto sono accorsi il direttore dei salesiani don Paolo Terrana, il parroco della chiesa del Santissimo Rosario don Biagio Lazzara, l’assessore ai Lavori pubblici Matteo Lanza, nonché alcuni fedeli e residenti della zona.
Presumibilmente a causare il crollo del grosso pezzo di capitello sono state le infiltrazioni di acqua piovana. I vigili del fuoco, tuttavia, durante il sopralluogo ed i controlli per constatare le condizioni di capitelli e cornicioni, non hanno riscontrato l’eventualità di ulteriori crolli. Pertanto la chiesa resta agibile e aperta ai fedeli. Ieri mattina gli operai del Comune hanno provveduto a rimuovere le transenne e a riaprire la strada al traffico veicolare. «Presto provvederemo a restaurare il capitello rovinato», annuncia il direttore dei salesiani don Paolo Terrana. Proprio nelle vicinanze della chiesa del Santissimo Rosario recentemente sono state scoperte tre gallerie sotterranee. A notare i tre passaggi, che attraversano parte del centro storico e conducono verso la chiesa del Rosario, via Imbriani e via Restivo Gallo, alcuni operai del Comune e di Caltaqua, che stavano eseguendo lavori per sistemare tubazioni della rete idrica. Nelle gallerie sono visibili archi e volte. Oggi esperti della Soprintendenza ai beni culturali e ambientali di Caltanissetta, coadiuvati dai tecnici del Comune, effettueranno un sopralluogo per valutare l’entità della scoperta. L’amministrazione ha già annunciato che si adopererà per custodire, preservare e valorizzare, un sito di probabile attrazione turistica.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X