Venerdì, 21 Settembre 2018

Dell'Utri, Dia: "Irreperibile da metà marzo"

Sicilia, Cronaca

PALERMO. Marcello Dell'Utri sarebbe  irreperibile «sin dalla seconda metà dello scorso mese di  marzo». È quanto si evince da una nota della Dia di Palermo,  alla quale è stata delegata la notifica dell'ordinanza di  custodia cautelare in carcere nei confronti di Dell'Utri, emessa  l'8 aprile scorso dalla terza sezione della Corte d'Appello di  Palermo. Il provvedimento scaturisce infatti proprio da  un'attività d'indagine della Dia, che ha consentito  l'acquisizione di numerosi riscontri ed elementi investigativi  circa la sussistenza di un grave e concreto pericolo di fuga  dell'imputato, in vista della sentenza definitiva della  Cassazione fissata per il prossimo 15 aprile.     


Immediatamente è stato attivato il personale dei Centri  operativi della Dia sul territorio nazionale, che ha controllato  tutti i recapiti conosciuti di Dell'Utri e dei suoi familiari ma  senza alcun esito. L'ex senatore al momento risulta  «irreperibile» e la Corte d'Appello, ricevuti i verbali della  Dia, ne ha dichiarato lo stato di latitanza.  «La Direzione Investigativa Antimafia - si legge in una nota  - sta svolgendo tutti gli approfondimenti investigativi  necessari alla localizzazione del Dell'Utri, in ambito nazionale  ed internazionale, in considerazione, altresì, del fatto che la  già avviata attività di indagine poteva far ritenere  l'irreperibilità dell'ex senatore, in Italia, sin dalla seconda  metà dello scorso mese di marzo». 


Marcello Dell'Utri agli inizi di aprile era a Beirut. Lo confermano ambienti della procura generale di Palermo. Non è chiaro se i magistrati abbiano chiesto al ministero della giustizia di attivare l'Interpol per le ricerche del latitante attraverso l'emissione di un mandato di cattura internazionale.
La procura generale di Palermo ha così chiesto al ministero della Giustizia di attivare le procedure internazionali per la ricerca. L'istanza è già arrivata in via Arenula. Dopo il si del guardasigilli verranno avvertite le divisioni interpool e la divisione Sirene del Viminale per dar via alle ricerche del latitante.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X