Domenica, 23 Settembre 2018

Maran contro il disfattismo: "Col Napoli non è l’ultima spiaggia"

CATANIA. «È difficile per tutti, ne siamo consapevoli. La quota salvezza sarà più bassa e, quindi, alla salvezza ci crediamo ancora. Contro il Napoli non è l’ultima spiaggia l'importante sarà mettere lo stesso coraggio che ci ha spinto nella prestazione contro la Juventus. Avremo 4-5 assenze - ha sottolineato il tecnico del Catania, Rolando Maran - ma ormai ci siamo abituati. È così dall'inizio del campionato». Alla defezione, scontata, di Gonzalo Bergessio, espulso e poi squalificato per le gomitate a Chiellini, che da parte sua non si è certo limitato ma ha risposto colpo su colpo, si è aggiunta anche l'indisponibilità di Alexis Rolin. Problemi fisici per il difensore uruguaiano, che contro i bianconeri ha disputato una delle sue migliori partite da quando è a Catania, anche se è apparso in ritardo sull’Apache Tevez in occasione della rete che poi è risultata determinante. Al posto di Rolin potrebbe essere schierato l’esperto Legrottaglie, indipendentemente se lo schema fosse il 3-5-2, che contro l'undici di Conte ha funzionato, o il più classico 4-3-3. In entrambi i casi Peruzzi, che contro la Juventus è rientrato, giosterrà sull’out di sinistra. L'assenza di Bergessio costringerà Maran a inventarsi una prima punta che non c'è.


UN SERVIZIO NELL'EDIZIONE DI CATANIA DEL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X