Venerdì, 21 Settembre 2018

Spaccio davanti all’oratorio salesiano: 19 arresti a Gela

GELA. Diciannove presunti trafficanti di droga, che con la loro rete di spacciatori avevano cinto d'assedio l'oratorio salesiano di Gela, sono stati arrestati, durante la notte, dalla polizia in esecuzione di altrettanti ordini di custodia cautelare in carcere emessi dalla magistratura gelese.    
L'operazione, denominata ''Villaggio Aldisio II'', ha permesso di individuare nei pregiudicati Nunzio Di Noto e Aristide Tascone, i vertici dell'organizzazione che aveva come basi operative due case rurali in punti opposti delle campagne gelesi: una in contrada Burgio, a ovest di Gela  (nella disponibilita' di Di Noto) l'altra in contrada Priolo, a est della citta' (di proprietà di Tascone). Le indagini sono state avviate nell'ottobre dello scorso anno, dopo l'arresto di Enzo Bruno Manfre',  trovato in possesso di due chili di marijuana nonché di armi e munizioni. La banda spacciava nei luoghi di ritrovo dei giovani del quartiere, in piazza Don Bosco, davanti all'oratorio della chiesa San Domenico Savio e a ridosso del Cnos-Fap, il centro di formazione professionale dei salesiani. Catania era la citta' dove il gruppo si riforniva, il centro storico e la periferia i luoghi dello spaccio. Gli agenti della quadra mobile e del commissariato di polizia di Gela li hanno pedinati, intercettati, filmati per mesi, mettendo in condizione il procuratore della Repubblica, Lucia Lotti,  che ha coordinato l'inchiesta, e il sostituto Antonio D'Antoni di chiedere e ottenere dal Gip, Veronica Vaccaro, i 19 arresti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X