Domenica, 18 Novembre 2018

Fincantieri, Camusso a Palermo: "Portare la vertenza al Ministero Sviluppo economico"

PALERMO. "Senza un'industria forte non può esserci sviluppo. Il tema è come ricostruire. Dopo la durissima lotta dei cantieri navali italiani, che ha convinto Fincantieri, a investire; bisogna cambiare passo, non si può più aspettare". Così Susanna Camusso, partecipando a Palermo all'assemblea degli operai Fincantieri, dove circa 100 lavoratori su 489 sono in cig a rotazione a zero ore.
La leader della Cgil ha parlato anche della necessità di portare la vertenza del sito palermitano al ministero dello Sviluppo economico, per rilanciare la proposta di costruzione del bacino off shore da 80 mila tonnellate all'interno del sito; un progetto da circa 81 milioni di euro, da realizzare con un cofinanziamento da parte della Regione e dell'azienda. Una posizione quest'ultima condivisa anche da Fim e Uilm.
"Rilanciamo l'idea di un tavolo nazionale, speriamo che la nuova ministra abbia questa sensibilità" ha aggiunto. Durante l'assemblea, organizzata dentro lo stabilimento della Rsu di Fim, Fiom e Uilm, in memoria del segretario provinciale della Fiom Giovanni Orcel, assassinato dalla mafia il 14 ottobre del 1920, hanno partecipato anche il sindaco di Palermo e il segretario regionale della Cisl Maurizio Bernava. I sindacalisti hanno voluto anche ricordare che tra due giorni ricorre il 117/mo anniversario dell'apertura del Cantiere navale in città.
"Bene che il governo abbia abbassato la tassazione sul lavoro dipendente, ci aspettiamo un provvedimento anche per i tanti che hanno pensioni basse", ha aggiunto il segretario generale della Cgil tornado a chiedere al governo un intervento sulle pensioni. "Il secondo passo - ha detto - è dare una risposta a disoccupati e precari. Ci vuole una qualità dell'intervento pubblico che determini la creazione di lavoro e prospettive - ha aggiunto -. C'è un primo pezzetto che riguarda il rifacimento delle scuole e l'assetto idrogeologico, bisogna fare molto di più. Il grande tema nel nostro Paese, insieme a quello dei redditi, è che la disoccupazione continua a crescere: bisogna invertire la tendenza".


CONCORDIA, ORLANDO: CANTIERE PRONTO. "I lavori sulla Costa Concordia a
Palermo possono essere realizzati anche domani". L'ha detto il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, all'assemblea degli operai del Cantiere navale di Palermo. Il sindaco è tornato a chiedere la riapertura del tavolo al ministero dello Sviluppo economico, dopo la proposta di Fincantieri di dotare il sito di un bacino da 80 mila tonnellate per piattaforme off shore. Il progetto dovrebbe essere realizzato con un investimento da 81 milioni di euro, con il cofinanziamento della Regione e dell'azienda.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X