Venerdì, 16 Novembre 2018

Corsa per il sindaco di Caltanissetta, si «accende» la battaglia

Sicilia, Archivio

CALTANISSETTA. Salvatore Messana come Enzo Bianco a Catania. Un ritorno al passato. L’ex sindaco Salvatore Messana si ricandida sospinto da una numerosi esponenti della società civile, poco meno di duecento, che chiedono il ritorno dell’ex sindaco a Palazzo del Carmine. A poco più di due mesi si vanno delineando le posizioni di partiti, movimenti politici e comitati di quartiere che concorreranno nella prossima avventura amministrativa. Il Polo Civico candida Giovanni Ruvolo, dopo la decisione degli altri due concorrenti, Boris Pastorello e Carlo Campione, di abbandonare la corsa per la prima poltrona del Comune. In corsa, senza tentennamenti l’ex assessore Michele Giarratana sostenuto dal movimento Caltanissetta Protagonista; nel movimento Cinque Stelle che non cerca aggregazioni né intese elettorali c’è la espressa condidatura di Giovanni Magrì. Sì al dialogo e contenuti di programma – dicono dal Movimento - e no ad alleanze ed accordi preelettorali». Altro candidato è Gioacchino Lo Verme sostenuto da un raggruppamento di liste e l’attuale sindaco Michele Campisi nel Nuovo Centro Destra mentre resta ancora incerta la posizione del consigliere Sergio Iacona che potrebbe essere candidato in Forza Italia, sempre che il partito di Berlusconi non decina di sostenere l’attuale sindaco. Ieri mattina intanto al Testasecca, Gianluca Miccichè dell’Udc ha presieduto un incontro con iscritti e simpatizzanti di partito per parlare del programma elettorale e dei candidati in lista per il consiglio comunale. Dentro tutti gli uscenti con volti nuovi. Nessuna certezza in casa del Partito Democratico, sempre alla ricerca di un candidato, il cui nodo potrebbe esser sciolto con la convergenza sulla candidatura di Salvatore Messana. «La proposta Messana – dicono i simpatizzanti dell’ex sindaco – non va intesa come ultimativa, ma se non dovesse riscontrare il totale consenso, si potrebbe procedere con le primarie aperte». Una occasione per un ulteriore confronto tra partiti e movimenti: Sel, Italia dei Valori, Megafono, Psi e Centro Democratico.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X