Martedì, 13 Novembre 2018

Scat, quinto giorno di sciopero: attesa per il vertice al Comune di Caltanissetta

CALTANISSETTA. Crescono i disagi per l'utenza e aumenta la disperazione dei lavoratori Scat già al quinto giorno di sciopero. La prolungata azione di protesta, con il fermo dei mezzi pubblici, si sta facendo sentire particolarmente fra i residenti delle zone più lontane dal centro storico (Santa Barbara, San Luca e Santa Flavia). La Scat attende di essere convocata dal sindaco per l'apertura del cosiddetto tavolo tecnico invocato anche dai vertici provinciali e regionali della Uil Traporti. L'obiettivo resta quello di sempre, ovvero lo sblocco dell'anticipazione comunale (100 mila euro) sufficiente a malapena per pagare uno dei nove stipendi arretrati ai dipendenti. "Il Comune - ha detto Carlo Messina, dipendente della Scat - continua a ignorarci. Speriamo che stamattina si possa aprire finalmente avviare questo confronto con l'amministrazione perchè la situazione è ormai al limite del collasso".
Lo sciopero, proclamato al di là delle sigle sindacali, è iniziato lunedì (ma già domenica i mezzi pubblici erano rimasti in autoparco per la sospensione del servizio festivo deciso dall'azienda) e andrà avanti fino a quando ai ventotto dipendenti del gruppo non verrà accreditata almeno una mensilità.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X