Mercoledì, 19 Settembre 2018

Udc e Crocetta, prove di dialogo: sì al vertice di maggioranza a Roma

Sicilia, Politica

PALERMO. Un lungo lavoro di mediazione condotto da Davide Faraone del Pd ha permesso di evitare un clamoroso flop del vertice di maggioranza previsto per oggi. Superate, almeno in questa fase, le frizioni fra Udc e Crocetta legate soprattutto al rimpasto. Tema rinviato alla settimana prossima.
Dunque oggi sera siederanno attorno a un tavolo a Roma Crocetta, Gianpiero D’Alia, Faraone e i leader di tutti gli altri partiti (Drs, Articolo 4 e Megafono) insieme ai capigruppo all’Ars per cercare una intesa in vista del voto che comincia martedì all’Ars sulla riforma delle Province. Si tenta una mediazione fra posizioni molto diverse che riguardano il numero dei futuri consorzi di Comuni, le competenze e il personale. Se una intesa non arriverà stasera, si rischia di andare in aula in ordine sparso e di dare il fianco a un partito trasversale e sotterraneo che vorrebbe bocciare la riforma che cancella le Province.
D’Alia, leader dell’Udc, anticipa: «Il testo attualmente in discussione è un compromesso al ribasso. Chiediamo modifiche altrimenti non lo votiamo».
Soltanto dopo il varo, in settimana, della riforma delle Province i partiti della maggioranza si rivedranno per discutere di rimpasto e Finanziaria bis. Un nuovo vertice è già fissato per il 18, quando il Pd avrà già eletto il suo nuovo segretario regionale.
APPROFONDIMENTI SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X