Giovedì, 20 Settembre 2018

Mercato settimanale di Caltanissetta, pioggia e crisi: per gli ambulanti record di assenze

CALTANISSETTA. Il maltempo ha messo impietosamente a nudo le carenze del mercato settimanale di Pina del Lago dove ieri si è toccato il minimo storico di presenze. Dei 260 operatori commerciali regolarmente autorizzati si sono presentati solo in cento, tutti gli altri - forse scoraggiai dal tempo poco clemente - hanno preferito disertare l'appuntamento o puntare su altre piazze siciliane sedi di mercatini rionali del sabato. Assenze record per una rassegna che non riesce più a risollevarsi - a parte qualche rara edizione - dal letargo in cui è caduta. Bassissimo il numero di ambulanti presenti e altrettanto basso quello dei visitatori costretti a muoversi in autentico pantano. Il grande spiazzo antistante lo stadio sede del mercatino era cosparso di enormi pozzanghere che rendevano difficoltoso il transito pedonale. Una situazione che ha costretto gli operatori a montare baracche in posti lontani dal centro del piazzale letteralmente allagato dalla pioggia abbondante caduta nella notte. In simili condizioni il mercatino è rimasto aperto solo poche ore; affari in picchiata per gli operatori che chiedono da tempo una migliore e più razionale sistemazione del mercatino. Invocano da due anni la perimetrazione degli spazi di terra operazione che i tecnici comunali intendono avviare nella stagione primaverile. L'assenza delle strisce di terra, peraltro, ingenera confusione costringendo gli ambulanti a piazzarsi dove e come capita e non facilita il compito della polizia municipale chiamata a garantire la regolarità delle operazioni di vendita e spingere gli ambulanti al rispetto della raccolta differenziata. Sempre a proposito di controlli sul fronte del commercio informa ambulante ieri la pattuglia annonaria ha concluso il monitoraggio su chioschi e bancarelle multando altri sei operatori che avevano occupando fette di marciapiedi e di carreggiate stradale senza alcuna autorizzazione. Per i titolari dei punti vendita è scattata la contravvenzione di 168 euro (l'infrazione fa riferimento alle violazioni del codice della strada) e per qualcuno è stata avviata anche la procedura per la sospensione della licenza a vendere per un periodo minimo di cinque giorni. I controlli riprenderanno domani e riguarderanno gli ambulanti cosiddetti itineranti ai quali è concesso sostare solo due ore in uno stesso posto. Il servizio congiunto di annonaria e ufficio tecnico si concluderà martedì.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X