Domenica, 23 Settembre 2018

Basta paura di sporcare i divani Ecco la moda dei tessuti antimacchia

La tendenza è rendere il salotto più pratico. La stoffa idrorepellente mette al sicuro la tappezzeria: comoda per famiglie con bimbi o per chi ama lo spuntino davanti alla tv

PALERMO. Addio ai vecchi salotti. Il relax in casa si chiama «living room». Gli americani ci vedono lungo e già nella traduzione c’è tutta l’essenza della nuova tendenza in materia di arredamento. Il salone infatti diventa una vera e propria stanza da vivere. E le parole d’ordine sono originalità e praticità. È per questo che ai classici divani in pelle e ecopelle si affiancano quelli realizzati in tessuto antimacchia. La tappezzeria così non si sporca perché la stoffa idrorepellente non assorbe né l’acqua e ne lo sporco. Così ci si potrà concedere degli spuntini notturni davanti alla televisione oppure delle merende senza il rischio di rovinare il divano. È senza dubbio la soluzione migliore per chi ha bambini in casa.
Novità anche per quanto riguarda le fantasie. Si fanno sempre più vedere nei salotti i divani con stampe optical che riprendono lo stile degli anni settanta oppure le fantasie vintage con motivi floreali. Una tendenza diffusa ora anche in Sicilia, secondo quanto raccontano gli esperti e i commercianti. «Molte persone decidono di spezzare e quindi vanno alla ricerca di tappezzerie particolari – afferma Cristina Corso, arredatrice di interni – si può cambiare l’aspetto ad un salotto soltanto abbinando una fantasia più particolare». Mentre cominciano a vedersi piccoli spiragli di colore continuano ad essere molto richiesti i sofà in stile minimal. «Vanno per la maggiore i colori chiari - spiega Antonio Bellavia, titolare con i suoi fratelli di Casa Crea di via Ugo La Malfa a Palermo – è di moda lo stile minimal più che moderno. I colori più scelti sono bianco, color fango, grigio e marrone. Chi vuole osare sceglie i bi-color. Chiaramente le tinte sono sempre neutre e molto soft».
Occhio però ad accostamenti di colore azzardati. A lungo andare tendono a stancare e con la crisi economica non è possibile acquistare un nuovo divano soltanto perché l’estetica non ci soddisfa del tutto. La parola d’ordine è comodità. Le grandi aziende produttrici di complementi d’arredo hanno creato soluzioni che si adattano alle esigenze proprio di tutti.
«Fondamentalmente fino a qualche anno fa esistevano due tipi di divani – afferma Antonio Artisi titolare del negozio Sogni di via Imperatore Federico a Palermo – quello da conversazione e quello da riposo. Adesso ne esistono modelli regolabili che si adattano a tutte le situazioni. È cresciuta molto l’attenzione per questo articolo. E ci sono tante belle soluzioni che permettono anche di recuperare spazio. Ad esempio ci sono sofà con i vani contenitori sotto che permettono di conservare il cambio stagione. Oppure ci sono i più classici divani letto, un po’ bistrattati ma sempre attuali. Sempre più raramente si ospitano persone a casa». Ad offrire il massimo del relax è la chaise longue, così da potersi sdraiare comodamente. Come in tutti gli acquisti di casa un prezzo alto è sinonimo di qualità che si traduce in durata nel tempo.
Il mercato offre soluzioni anche a meno di cento euro ma per un sofà che duri molti anni bisogna mettere in budget dai 2000 ai 3000 euro con tre posti. Ciò che conta è infatti che la struttura sia solida, meglio in acciaio e che l’imbottitura sia comoda.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X