Lunedì, 24 Settembre 2018

Aronica: «Conteggi non credibili e nessuna copertura certa della spesa»

Il commissario spiega perchè ha bocciato la Manovra. Impugnata pure la norma sulle entrate
Sicilia, Politica

PALERMO. Poichè già nel vecchio bilancio c’era «un preoccupante divario tra spese correnti ed entrate correnti, pari a un miliardo» la Regione avrebbe dovuto provvedere «entro il 31 dicembre scorso a elaborare un piano per il risparmio in tutti i principali settori». Ma di questo piano, solo annunciato nel Dpef, non c’è traccia. Parte da questa premessa, il Commissario dello Stato, per bocciare gran parte della manovra economica: tutte le nuove spese non hanno copertura certa e sono state bloccate.
Ma per la prima volta Carmelo Aronica si spinge a dire che i dati preparati dal governo «non sono credibili». Almeno 30 fra interi articoli o singoli commi comportano spese «la cui copertura non è ancorata a criteri di prudenza, affidabilità e appropriatezza».
SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA LA VERSIONE INTEGRALE DELL'ARTICOLO.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X