Martedì, 20 Novembre 2018

Juve-Roma, la sfida continua in Coppa Italia: sale la febbre nella Capitale

Sicilia, Sport

ROMA. «Non vedo l'ora di affrontare la Juventus. E giocare in casa sarà un vantaggio terribile per noi». Rudi Garcia non ha dubbi. Martedì sera, per i quarti di finale di Coppa Italia, ci sarà il pubblico delle grandi occasioni allo stadio Olimpico. Al momento, d'altronde, sono oltre 50 mila i biglietti venduti e a Trigoria sono convinti che nella Capitale la febbre per la sfida ai bianconeri è destinata a salire sensibilmente fino al tutto esaurito. Sugli spalti ci sarà sicuramente anche l'ultimo arrivato, Michel Bastos, atterrato a Fiumicino in serata e pronto domani a visite mediche e firma sul contratto. L'esterno sinistro brasiliano, dopo la parentesi all'Al Ain, avrà quattro mesi per dimostrare a Garcia di essere ancora quel giocatore forte, veloce e duttile allenato in passato al Lille e meritarsi così una riconferma. L'entusiasmo non sembra mancargli («comincio una nuova avventura pieno di voglia e gioia» le sue parole prima di lasciare gli Emirati Arabi), ma a destare curiosità sono soprattutto le sue condizioni fisiche visto che è anche reduce da un infortunio alla mano sinistra che gli ha fatto saltare le ultime gare dell'Arabian Gulf League (in cui ha disputato 12 partite segnando 4 gol). Di sicuro, comunque, Bastos non sarà della partita contro la Juventus. Gara in cui Garcia schiererà la formazione migliore, a cominciare da Totti, lasciato precauzionalmente in panchina per 80' minuti col Livorno. E assieme al capitano torneranno in campo dal primo minuto anche Maicon e Florenzi per provare a 'vendicarè il pesante ko di Torino in campionato. L'unico dubbio riguarda il centrocampo in cui il tecnico francese dovrà decidere chi lasciare fuori tra De Rossi e Nainggolan (Strootman e Pjanic sembrano al momento pedine inamovibili). I nodi di formazione saranno sciolti domani con la rifinitura in programma alla 11 a Trigoria (oggi i giocatori scesi in campo col Livorno hanno svolto solo un lavoro di scarico, mentre il resto del gruppo è stato impegnato in un focus tecnico, con la seduta che si è conclusa con delle esercitazioni divise per reparti), mentre Garcia terrà la conferenza stampa all'ora di pranzo. Più o meno in contemporanea con l'ultimo allenamento della Juventus di Conte che, nel pomeriggio, lascerà Torino per volare alla volta della Capitale. E in attesa del risultato del campo, c'è già chi esulta. Si tratta del direttore di Rai Sport, Mauro Mazza. «L'attesa è grandissima anche per noi - spiega all'Ansa - e premia la politica della Rai che da anni ha i diritti televisivi della Coppa Italia, forse snobbati da altri broadcaster ma che si è invece rivelata una scelta vincente. Per la Rai è un grandissimo orgoglio poterla offrire libera in un calcio che è sempre più a pagamento». «Roma-Juve poi ha un appeal in più - conclude Mazza - perchè oltre ad essere un quarto di finale è anche la sfida tra le prime due squadre del campionato italiano e conferma l'alto livello di questa competizione».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X