Martedì, 25 Settembre 2018

Crolla un immobile disabitato a San Cataldo: auto seppellita sotto le macerie

SAN CATALDO. Crolla l’intera ala di un antico e degradato immobile e seppellisce un’automobile. Una spia che si accende in una zona del centro storico solitamente piena di bambini che proprio nelle vicinanze di quell’edificio trascorrono interi pomeriggi a giocare. Ieri, per fortuna, via Calabrese, la strada dove si è verificato il crollo era deserta e questo probabilmente ha evitato conseguenze decisamente più pesanti.
Ad aggravare una situazione di estrema precarietà, evidenziata da tempo dai residenti, sono state le condizioni meteorologiche di questi giorni che hanno viepiù ammalorato strutture già in pessimo stato. L’allarme è scattato nel primo pomeriggio di ieri quando la parete dell’immobile ha ceduto di schianto provocando un forte boato udito con nettezza in tutta la zona. E a farne le spese è stato il proprietario di una Ford Focus posteggiata nei paraggi dell’edificio che ha riportato notevoli danni alla carrozzeria. Sono stati gli stessi abitanti della zona, una volta resisi conto di quanto era accaduto, a chiamare i vigili del fuoco. Per fortuna la casa in questione (un piano terra e un primo piano) era disabitata e, a quanto pare, sarebbe di proprietà di un sancataldese emigrato da qualche anno in Francia. L’immobile, abbandonato e privo di opere minime di manutenzione, nel tempo aveva manifestato segnali preoccupanti ma a quanto pare nessuno aveva segnalato la cosa al comando della Polizia Municipale.
I residenti della zona comunque, ieri pomeriggio, hanno più volte ribadito che mai si sarebbero aspettati che quell’edificio sarebbe crollato, tant’è che la zona, quotidianamente, registra la presenza di un notevole numero di passanti oltre che di un gruppetto di bambini che spesso gioca in strada. Dopo l’intervento dei vigili del fuoco, ieri pomeriggio, la zona è stata transennata e messa in sicurezza dai dipendenti dell’Ufficio Tecnico e il traffico smistato dagli agenti della Polizia Municipale. Nei prossimi giorni il Comune procederà all’individuazione dei proprietari e all’emissione di un’ordinanza per far sì che questi ultimi provvedano alla eliminazione delle parti pericolanti dell’edificio.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X