La Sicilia immaginaria di Camilleri in un libro

PALERMO. La critica letteraria e la fotografia si incontrano per raccontare una Sicilia romanzesca, immaginaria ma non troppo. Il percorso scelto da Salvatore Ferlita è quello descritto nei romanzi di Andrea Camilleri e illustrato dalle immagini di Giuseppe Leone. E questo è il taglio suggestivo del volume curato da Ferlita «L'isola immaginaria. Andrea Camilleri e la Sicilia» (Kalos editore, 180 pagine, 30 euro).    
Il tour parte dalle coste meridionali dove vive il commissario Salvo Montalbano, passa per le campagne e le colline aride dell'entroterra e infine arriva alle città, dove il barocco sovrasta le tracce sfumate dei quartieri arabi. Sono i luoghi evocati dai romanzi.   
Ferlita intervista Camilleri per ricostruire la relazione dello scrittore con la sua terra. E Camilleri spiega: «Al viaggiatore di oggi suggerisco di guardare il mare e servirsene come base per conoscere l'Isola più intima. Montalbano lo dice chiaramente: lui predilige la Sicilia riarsa, con le case a forma di cubo, messe lì in un equilibrio impossibile, le colline aride, brulle».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati