La Padania e i precari siciliani, D'Alia: "Meglio spendere soldi per lavoro che per diamanti"

ROMA. "Il Clan dei Siciliani". Così recita la prima pagina del quotidiano La Padania che mostra in apertura i volti di Letta, Saccomanni e dello stesso D'Alia, imputando al ministro per la Pa la proroga dei contratti dei precari siciliani, definita ''l'ennesima regalia di una legge di stabilità dove la lobby del sud ha fatto la parte del leone''.

''Ringrazio gli amici de 'la Padania' per la bella prima pagina che mi hanno voluto riservare oggi. La critica politica non mi spaventa, anzi credo che in certe occasioni sia necessaria e aiuti a crescere: ma il fotomontaggio del quotidiano leghista, quella rappresentazione stereotipata e grottesca della Sicilia e dei siciliani, non è critica politica, ma solo propaganda rozza e volgare''. Così sul suo profilo Facebook il ministro per la P.a. Gianpiero D'Alia commenta la prima pagina del quotidiano. ''Con la stessa franchezza - conclude D'Alia, che 'posta' sul suo profilo la prima pagina della Padania - voglio dire loro che è meglio spendere i soldi per il lavoro che per comprare diamanti, barche e lauree finte''.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati