A Catania “Cento stelle per Natale antiracket”

CATANIA.   Si è conclusa nel centro storico di Catania la campagna «Cento stelle per un Natale antiracket 2013», iniziativa promossa dal ministero dell'Interno in collaborazione con la Federazione delle associazioni antiracket e antiusura italiane, realizzata nell'ambito del Pon sicurezza.  
Le passeggiate antiracket sono un messaggio di legalità portato direttamente dalle istituzioni nei centri storici e nelle vie dello shopping di oltre cento fra capoluoghi e piccole cittadine del Sud Italia. In provincia di Catania sono iniziate nel mese di novembre a San Giovanni la Punta e proseguite a Camporotondo etneo, Linguaglossa e Paternò, ottenendo un grande successo. Agli incontri hanno partecipato rappresentanti delle forze di polizia e delle istituzioni, volontari delle associazioni antiracket, studenti, persone comuni.   
«È stato un impegno collettivo - ha affermato Gabriella Guerini, coordinatrice del progetto e presidente dell'Asaae - per rafforzare il rapporto di fiducia degli operatori economici con tutte le istituzioni, per sensibilizzare commercianti e cittadini su come difendersi dal sistema mafioso delle estorsioni, denunciare e chiedere aiuto. Speriamo sia passato il messaggio che denunciare è il miglior modo per trarre in salvo la propria attività. Liberarsi dal pizzo è possibile».
In occasione delle festività natalizie, dove si intravedono piccoli spiragli di ripresa - ha osservato Adriana Guarnaccia dell'Asaae - gli emissari del racket fanno lievitare la richiesta di tangenti. Tutto ciò è inammissibile. È proprio questo il momento di manifestare la maggior vicinanza possibile alle vittime e di ribellarsi a qualsiasi sopruso della criminalità organizzata«.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati