Palermo, Orchestra sinfonica in sciopero In piazza anche i sindacati: "Cambiare musica"

PALERMO.  Sulle note di Stabat Mater di Pergolesi, è andata in scena a Palermo la protesta dei musicisti dell'orchestra Sinfonica siciliana, del teatro Massimo e del Brass group contro i tagli del governo e della Regione alla Cultura.
Centinaia di persone sono radunate in piazza Castelnuovo per la giornata di mobilitazione organizzata dai sindacati, che a gran voce chiedono a Stato e Regione di «cambiare musica» prevedendo nelle Leggi di stabilità maggiori risorse per sviluppo e lavoro, misure a sostegno delle famiglie e delle imprese e un abbattimento delle imposte.    
In piazza ci sono stand e bandiere di Cgil, Cisl e Uil e lavoratori arrivati da diverse province siciliane. «Chiediamo che il governo nazionale smetta di fare promesse, siamo in piena spirale recessiva, serve un segnale concreto insieme a un inversione di rotta o non usciamo fuori da questa situazione senza una riduzione delle tasse», dice il segretario regionale della Uil Claudio Barone.
A Messina è in corso un sit in in piazza Antonello con il segretario regionale della Cisl Maurizio Bernava, mentre a Catania gli orchestrali del teatro Bellini si esibiranno nell'omonima piazza davanti al teatro con il segretario regionale della Cgil Michele Pagliaro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati