Sicilia, Politica

Primarie Pd, in Sicilia gente in fila dalle 8

PALERMO. In molti dei 442 gazebo siciliani dove si vota per le primarie del Pd già dopo l'apertura, alle 8, si sono formate file di persone che attendevano di votare.


A Palermo, dove sono montati 30 gazebo, nella postazione più centrale in piazza Politeama alle 10, circa 100 persone, tra cui molti giovani, erano in fila col documento in mano in attesa del proprio turno. Il voto siciliano è importante anche per un assestamento interno al partito, in vista della successione dell'attuale segretario Giuseppe Lupo. L'obiettivo dei dirigenti Pd siciliani è raggiungere quota centomila votanti.
SCHEDE ESAURITE E RISTAMPATE IN ALCUNI GAZEBO PALERMO. Buona affluenza nel centinaio di gazebo a Palermo e provincia dove si vota per eleggere il segretario nazionale del Pd. Lunghe file si sono formate in mattinata. «In alcuni seggi le schede sono esaurite ed è stato necessario ristamparle», dice il segretario regionale del Partito democratico Giuseppe Lupo.



A Catania la gente è in coda davanti al seggio di corso Italia, dove hanno votato circa 80 persone, pochi presenti a quello di piazza Stesicoro, dove possono recarsi anche fuorisede e immigrati, e dove hanno espresso le loro preferenza una quarantina di persona. La giornata uggiosa non aiuta, e già ci sono i primi 'respintì. «La gente che passeggia in via Etnea - spiega Davide Ruffino presidente della sezione Centro storico - pensa di potere votare qui, ma occorre farlo nel seggio più vicino a casa. Alcuni studenti hanno chiesto di potere votare, ma non si erano iscritti on line, e bisognava farlo entro ieri». «Mi sembra ci sia voglia di partecipare - sottolinea Gianno Villari il presidente del seggio di corso Italia, con due gazebi allestiti accanto alla frequentata chiesa del Cristo Re - e il rione Picanello lo ha sempre fatto». A Catania oggi votano i due maggiori sponsor di Marco Renzi e Gianni Cuperlo, rispettivamente, il sindaco e leader dell'aera Liberal del Pd, Enzo Bianco, e il sottosegretario alla Giustizia Giuseppe Berretta.


A Enna il seggio è in un bar a fianco della segreteria dell'ex senatore Mirello Crisafulli, attuale segretario provinciale, intitolata a Pompeo Colaianni. Dopo le proteste degli scorsi giorni del deputato Pd, Giuseppe Faraone, che aveva dichiarato «o il seggio delle primarie viene spostato dalla segreteria di Crisafulli oppure occuperemo la sede dell'ex parlamentare», il seggio è stato spostato all'ultimo momento di qualche metro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati