Sicilia, Sport

La Roma tiene il passo della Juve, la Lazio affonda: tris di Corini

I giallorossi battono la Fiorentina e restano a tre punti dai bianconeri. La squadra di Petkovic perde pure a Torino. Il Verona vince di rimonta

ROMA. Riprende il testa a testa tra Juventus e Roma in Serie A. Rudi Garcia ritrova Destro e grazie al gol del suo centravanti, tornato in campo dopo il lungo infortunio, ritrova anche la vittoria dopo quattro pareggi battendo 2-1 la Fiorentina nel big match della 15/a giornata. All'Olimpico giallorossi in vantaggio nel primo tempo con Maicon, i viola pareggiano con Vargas, ma nella ripresa decide l'incontro Destro su assist di uno scatenato Gervinho, il migliore in campo. Per far vincere la Roma a Destro, ammonito per essersi tolto la maglietta nell'esultanza del gol, basta una mezz'ora di gioco: entrato al 12' della ripresa al posto di Florenzi, al 45' Garcia lo ha richiamato in panchina per ragioni tattiche dopo l'espulsione di Pjanic. Con i tre punti d'oro guadagnati oggi i giallorossi si riportano a -3 dai bianconeri campioni d'Italia, vittoriosi venerdì a Bologna. Conte e Garcia provano così la prima fuga della stagione: la terza in classifica, il Napoli, è a -8 dalla Juve e a -5 dalla Roma. È sempre più festa a Verona: l'Hellas batte 2-1 in rimonta l'Atalanta. Sotto 0-1 dopo il bel gol di Denis, la squadra di Mandorlini ribalta il risultato con Gomez e un rigore di Jorginho, concesso per un fallo di Cazzola da ultimo uomo su Cacia molto contestato dai bergamaschi. Con il successo i veronesi 'vedonò ormai la Fiorentina (la squadra di Montella è appena a +2). In ascesa il Chievo: grazie al ritorno in panchina di Corini conquista altri tre punti preziosi battendo 1-0 il Sassuolo con un gol di Thereau nella nebbia di Reggio Emilia. Sempre più in crisi di risultati la Lazio, che non riesce più a vincere. I biancocelesti pur giocando una partita generosa perdono anche a Torino. Per i granati decide un gol di Glik. Sempre più traballante a questo punto la panchina di Petkovic,  nelle prossime ore potrebbe arrivare l'esonero: in pole c'è Mangia. In classifica la Lazio viene superata anche dal Cagliari, che con una doppietta di Sau batte in rimonta il Genoa e raggiunge il Milan a 18 punti. I rossoblù vanno in vantaggio con un bel gol di Gilardino ma poi spariscono dal campo. Ma la squadra di Gasperini recrimina per un'ingiusta espulsione inflitta a Manfredini. Sempre più ultimo in classifica il Catania, malinconicamente fermo a soli nove punti.  In serata il posticipo tra Inter e Parma con la squadra di Mazzarri che cercherà di approfittare del ko della Fiorentina per staccarla e riavvicinare il terzo posto.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati