Milan, vittoria in Champions con dedica a Berlusconi

Dopo lo 0-3 contro il Celtic i pensieri vanno tutti al presidente. Abbiati: "Lo aspetta un giorno importante". Galliani: "In mezzo a tutto quello che gli stanno facendo almeno gli abbiamo regalato una serata felice"

GLASGOW. Il Milan torna alla vittoria e dagli spogliatoi di Glasgow partono pensieri indirizzati a Silvio Berlusconi, alla vigilia del voto sulla decadenza da senatore. «La squadra dedica questa partita un pò al presidente Berlusconi visto che lo aspetta un giorno importante», ha spiegato Christian Abbiati, uno dei veterani rossoneri, e lo stesso concesso è stato espresso da Adriano Galliani. «È un successo che volevamo per il nostro presidente - ha dichiarato l'ad -. L'ho sentito poco fa, era molto soddisfatto e in mezzo a tutto quello che gli stanno facendo almeno gli abbiamo regalato una serata felice, se la merita in un momento così». La partita è piaciuta anche a Barbara Berlusconi, che davanti alla tv ha visto applicata in campo la voglia di riscatto percepita nella sua visita della vigilia a Milanello, quando ha portato all'ambiente la vicinanza della proprietà in un momento delicato. «Dopo la contestazione di sabato e un periodo no della squadra - ha sottolineato Abbiati - non era assolutamente facile su questo campo difficile vincere 3-0 così». «Dopo esser stati criticati, i ragazzi si sono meritati questa serata, anche se ora in campionato dobbiamo rituffarci con la stessa voglia perchè ci aspettano due complicate trasferte», ha chiarito Massimiliano Allegri, che finalmente tira un sospiro di sollievo dopo oltre un mese vissuto senza vittorie e si può concedere qualche sorriso parlando dei ritardi dei suoi giocatori agli allenamenti: «Sarà contenta la Fondazione Milan perchè è lì che vanno le salatissime multe».  È più che soddisfatto Galliani, che ha rivisto il suo «modulo preferito, quell'alberello che tanti successi ci ha portato. Abbiamo qualche ideuzza su come giocare da gennaio. A Balotelli farà molto bene avere Kakà in quella posizione».  «Kakà è stato meraviglioso, Balotelli ha giocato molto bene e questo è stato un buon Milan, il nostro Dna europeo difficilmente ci tradisce», ha notato l'ad rossonero, che ancora non ha digerito la contestazione degli ultrà di sabato sera. «Mi è piaciuto il cartello 'avete infangato la vostra storià - ha ironizzato -. Ma la storia l'ha creata il Milan di Berlusconi. Mi stanno simpatici i ragazzi della curva, però li invito a pensare a cosa scrivono. Invece ho visto i tifosi del Celtic perdere in casa 3-0 e applaudire, andare a salutare la nostra curva: questo è un pubblico meraviglioso».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati