Le storie delle mummie di Palermo narrate ai bambini

PALERMO.  Dialoghi immaginari ma storie vere. È il modo originale e avvincente che Alessia Franco ha scelto per raccontare ai bambini i misteri delle mummie delle catacombe dei cappuccini, uno dei luoghi più affascinanti di Palermo. La narrazione delle vicende individuali e collettive dei quasi tremila «ospiti» delle catacombe, tra cui la piccola Rosalia, è affidata a due personaggi di fantasia, ma non troppo, come Dario e Giada. Sono loro le voci narranti che guidano i piccoli lettori nelle pagine del libro «Le catacombe del mistero» (Navarra editore, 110 pagine, 12 euro) illustrato dai disegni sbarazzini di Andrea Domestici.    Con la guida di Dario e Giada si incontrano tanti incredibili personaggi: il saggio frà Silvestro, la prima mummia imbalsamata nel 1599, la signora-moglie e il signor-marito, il gigante buono Bartolomeo Megna, l'aristocratico uomo-falena, la piccola Rosalia (l'icona delle catacombe e la mummia più studiata e visitata), il «dongiovanni» Antonino Prestigiacomo, i soldati Paolo Ragona e Giulio Enea e l'elegante vescovo di Ermopoli, Agostino Franco.    Il viaggio prende spunto dalle ricerche di Dario Piombino-Mascali, curatore delle catacombe, ma anche dalla storia e dalle tradizioni siciliane, nelle quali vita e morte non sono mai del tutto separate. Anzi sono rievocate in un'armonica trama di leggende e di vicende reali che si intrecciano e si confondono.  Gli «abitanti» delle catacombe vengono così presentati nella loro vera dimensione umana attraverso un affascinante viaggio nel tempo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati