Crollo contro il Torino: sconfitta per 4 a 1

TORINO. Valanga granata sul Catania, nel segno di El Kaddouri. È finita 4-1, ma avrebbero potuto essere cinque, sei, sette i gol del Torino visto oggi all'Olimpico, contro un Catania che, purtroppo per De Canio, al momento merita il posto che ha in classifica: ultimo a pari punti col Chievo. Mentre il Toro ha voluto vincere fin dal primo minuto, il Catania di De Canio a Torino non è praticamente mai entrato in partita. Solo una fiammata d'orgoglio ad inizio ripresa, che ha avuto come conseguenza un'inspiegabile reazione nervosa del tecnico granata Ventura, espulso dall'arbitro Tommasi per proteste. Per il resto, però, il Catania non c'è mai stato, mentre il Toro ha vinto e convinto, e dopo l'uscita dal campo di Ventura ha seguito alla lettera le indicazione del «secondo», Salvatore Sullo, trovando calma e gol. Torino-Catania è tutta qui: da un lato una squadra, quella piemontese, che voleva la vittoria e l'ha meritatamente cercata e trovata (le mancava da otto giornate); dall'altro una squadra, quella siciliana, che ha perso la sua settima trasferta consecutiva, che non è mai entrata in partita e che ha fatto poco, troppo poco, per ribaltare questo stato di cose. Che il Torino fosse favorito era evidente. Ma i granata non avevano certo bisogno di regali per riuscirci. Invece dopo soli 5 minuti ci ha pensato Legrottaglie ad aprire un'autostrada a Immobile: il difensore, che aveva il pallone tra i piedi, è inspiegabilmente incespicato su se stesso, da fermo. Immobile ne ha approfittato ed è stato 1-0. Meno di mezz'ora dopo (34') è stato ancora un rinvio sbagliato della difesa catanese a mettere sui piedi di El Kaddouri il pallone del suo primo gol in serie A. De Canio ha cercato di correre ai ripari, inserendo Barrientos e Leto al posto degli spenti Guarente e Castro, ma la ripresa si è chiusa lì. Anzi, il Torino è rientrato in campo con la stessa convinzione e al 4' Immobile è stato steso in aera. Un intervento che ha provocato le accese proteste di Ventura, tanto più che sul rovesciamento di fronte il Catania ha dimezzato le distanze con Leto. Ventura si è infuriato e - con suo grande stupore - si è ritrovato espulso.  Il Torino avrebbe potuto andare in confusione. Invece l'ottimo «secondo» Salvatore Sullo ha saputo riportare la calma tra i suoi. E, di conseguenza, sono venuti uno dietro l'altro i gol di Moretti (14') e El Kaddouri (16') che hanno chiuso la partita. Nessuna reazione invece da parte catanese, se non di tipo fisico, con Alvarez troppo manesco nei confronti degli avversari. Il punteggio alla fine avrebbe potuto essere ancora più corposo (Cerci si è mangiato almeno 2 gol fatti). Migliore in campo, El Kaddouri, alla sua prima doppietta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati