Sicilia, Archivio

San Cataldo, vandalizzato e dimenticato «Il Parco della Pace torni alla città»

SAN CATALDO. La ristrutturazione e la messa in sicurezza del «Parco della Pace», approda in consiglio comunale. Sarà questo uno dei punti dell'ordine del giorno dell'assise cittadina che si terrà martedì. Dopo l'interrogazione effettuata dai consiglieri comunali del Pd e di «Primavera Sancataldese», per la riapertura di uno dei pochi polmoni verdi, che è chiuso da luglio scorso luglio scorso a causa di un raid vandalico, l'ex assessore all'Ambiente Giuseppe Mazza, insieme ai tecnici comunali si è recato al «Parco della Pace», per rendersi conto dell'entità dei danni fatti dai vandali e la possibilità di effettuare le riparazioni a costo contenuto. Qualche giorno dopo la giunta è decaduta e si è insediato il commissario straordinario Donatella Messina, rallentando l'iter messo in moto dall'ex amministratore. I consiglieri adesso vogliono vederci chiaro, visto che il parco è uno dei più frequentati dai sancataldesi che praticano jogging.
«I vandali hanno divelto due staccionate e danneggiato un ponticello di legno all'interno dell'area verde - dice Francesco Cagnina, consigliere del Pd - vogliamo restituire il parco ai cittadini, non pensiamo ci vogliano cifre astronomiche per metterlo in sicurezza. Durante il consiglio comunale cercheremo di affrontare la vicenda, cercando di capire cosa ha intenzione di fare al proposito il commissario straordinario. Durante i giorni scorsi ho anche chiesto che dopo la ristrutturazione venissero usate le telecamere per la videosorveglianza del parco affinché non venga distrutto nuovamente - conclude Cagnina -. Non si può continuare a tenere chiuso un parco per la bravata di pochi facinorosi».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati