Sicilia, Archivio

Multa salata a Caltanissetta? No, c’è lo sconto

I nisseni hanno «apprezzato» la disposizione che prevede il 30 per cento in meno se la contravvenzione viene pagata subito

CALTANISSETTA. Entrate boom per le casse della polizia municipale. I pagamenti sono pressochè raddoppiati, con il conseguenziale aumento degli incassi, grazie ad una innovazione in vigore dallo scorso 20 agosto che consente agli automobilisti di poter usufruire dello sconto del trenta per cento sulle multe se queste ovviamente vengono "onorate" entro cinque giorni dalla notifica. Se fino a ieri, per fare solo qualche esempio, lasciare l'auto in divieto di sosta costava fino a 41 euro oggi, con l'abbattimento del 30 per cento, i costi scendono a 28,70 euro; multe da 17,50 (con lo sconto) per la sosta negli spazi delimitati sulle strisce blu (prima 25euro). L'introduzione in un certo senso è "piaciuta" agli automobilisti nisseni incappati nei controlli di viabilità della polizia municipale inducendoli a non perdere ulteriore tempo nel pagamento dell'infrazione. E così si è registrata la corsa a regolarizzare le pendenze da fare impennare le casse dell'ufficio verbali che ha "scaricato" entro il 30 ottobre ben 1232 pagamenti su 2805 accertamenti (contravvenzioni). Insomma benefici per tutti, per le entrate della polizia municipale innanzitutto e, in seconda battuta, anche per gli utenti. Il nisseno sta sfruttando questa occasione sgancia spesso i soldi al momento del semplice accertamento o si reca, all'arrivo della notifica, con tempestività agli sportelli di via De Gasperi o paga attraverso i botteghini della Lottomatica (il servizio non è attivo in tutte le tabaccherie) o con i bollettini di conto corrente postale. LO scorso anno di sole multe la polizia municipale ha "fatturato" quasi 800mila euro, somma che difficilmente verrà superata adesso. Qualcuno ha fatto notare che, se è vero che è aumentato il numero dei pagamenti, alla fine gli introiti resteranno sempre gli stessi. Il trenta per cento di sconto dovrebbe, secondo gli esserti, fare abbassare la quota complessiva degli incassi ma anche contenere il numero dei contenziosi. Non sono mancati, anche in questa circostanza, i furbi che si sono presentati agli sportelli pretendendo lo sconto per infrazioni accertate prima che entrasse in vigore la nuova legge. Ovviamente dovranno pagare a prezzo pieno. L'abbattimento del trenta per cento si applica solo sulle contravvenzioni dal 20 agosto in poi. Intanto, la polizia municipale, per facilitare il compito degli utenti si sta attrezzando con l'attivazione del cosiddetto Pos che consente il pagamento anche con bancomat e carte di credito.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati