Pulvirenti: banalità di Conte pari alla sua arroganza

CATANIA. "Invece di parlare di igiene orale Antonio Conte vada a rivedersi le immagini Sky della partita. Dal suo labiale, si capisce chiaramente come, dopo il fallo di Giorgio Chiellini, il tecnico si avvicini a Gonzalo Bergessio dicendo che il suo giocatore andava buttato fuori". Lo afferma il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, all'ANSA, osservando che "la banalità delle dichiarazioni" del tecnico della Juventus, "è pari alla sua arroganza''.
Prosegue il botta e risposta tra la Juventus e il Catania. La lunga scia di polemiche seguita al duro intervento di Chiellini su Bergessio, costato all'attaccante argentino la frattura composta del perone sinistro e due mesi di stop, non si placa neppure a quasi 48 ore da Juventus-Catania, disputata mercoledì sera. Al tecnico bianconero Conte, che stamane aveva invitato a "sciacquarsi la bocca chi accusa Chiellini di essere scorretto", replica il presidente rossazzurro Nino Pulvirenti, che aveva accusato il giocatore juventino di avere commesso un intervento "violento, spocchioso e vigliacco''. "Invece di parlare di igiene orale - dice Pulvirenti all'ANSA - Conte vada a rivedersi le immagini Sky della partita. Dal suo labiale, si capisce chiaramente come, dopo il fallo di Chiellini, il tecnico si avvicini a Bergessio dicendo che il suo giocatore andava buttato fuori". "Conte, dunque, percepisce immediatamente - aggiunge il presidente del Catania - la violenza dell'intervento del suo giocatore. Stamattina, invece, parla di persone che devono 'sciacquarsi la bocca'. La banalità delle sue dichiarazioni è pari alla sua arroganza".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati