Terremoti, al via a Catania esercitazione della Protezione Civile

CATANIA. Testare il piano di emergenza comunale con la simulazione di interventi conseguenti a un ipotetico sisma di magnitudo 5.8 della scala Richter. Questo l'obiettivo di una esercitazione in programma a Catania da venerdì a domenica prossimi, organizzata dalla Protezione civile del Comune in collaborazione con l'Associazione Misericordia San Leone e l'Ugem Sicilia delle Misericordie e le strutture comunali di volontariato di protezione civile e con l'assistenza del Dipartimento nazionale di Protezione civile.


L'iniziativa è stata presentata in Municipio dall'assessore alla Protezione civile Luigi Bosco, che ha sottolineato come la sicurezza sia «al centro dell'azione dell'Amministrazione». «Catania - ha spiegato Bosco - è una città a elevatissimo rischio sismico e con un patrimonio edilizio in gran parte vulnerabile in quanto costruito prima della normativa antisismica del 1981. In quest'ottica intendiamo da una parte puntare a interventi mirati sulle strutture e dall'altra preparare i cittadini all'evento terremoto testando la macchina del soccorso e le attrezzature con esercitazioni che consolidino il rapporto fra enti, istituzioni, associazioni di volontariato».


Nell'esercitazione saranno utilizzati 150 mezzi, ambulanze comprese, e unità cinofile. Cento funzionari si muoveranno all'interno di 35 ipotetici scenari e altrettanti interventi diurni e notturni saranno diretti dalla centrale operativa della Protezione civile comunale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati