Scandalo Ciapi, convalidati i sequestri Sottratti beni per quindici milioni

Corte dei conti. In dodici fra dirigenti e funzionari dell’ente e della Regione sono stati citati in giudizio per il danno erariale

PALERMO. Nuova puntata nello scandalo Ciapi. Convalidato, infatti, il sequestro dei beni da 15 milioni di euro ai dodici tra dirigenti dell'ente, dirigenti e funzionari regionali citati in giudizio dalla procura della Corte dei conti. Sono ritenuti a vario titolo responsabili della truffa ai danni dell'erario commessa con il progetto Co.Or.Ap, che avrebbe dovuto formare figure professionali da avviare al lavoro e che invece sarebbe servito a distribuire denaro agli amici di Faustino Giacchetto. Il manager è finito in carcere assieme all'ex presidente del Ciapi Francesco Riggio e altre cinque persone.
SUL GIORNALE DI SICILIA IN EDICOLA L'ARTICOLO DI ANTONIO DI GIOVANNI

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati