Antiparassitari per cani e gatti Spopolano i prodotti naturali

Contro pulci e zecche spopolano le nuove sostanze, meno pericolose per la pelle dei cuccioli. Utili soprattutto sugli animali che soffrono di allergie

PALERMO. Spopola la nuova linea di antiparassitari naturali: più economici, meno dannosi ma sempre molto efficaci nella protezione di cani e gatti domestici da zecche, pulci e zanzare, finita l'emergenza estiva. Un argomento che sembra mettere d'accordo commercianti, veterinari e proprietari: l'uso dei prodotti antiparassitari non più chimici, ma a base di sostanze naturali, ipoallergenici e meno aggressivi sulla pelle dei nostri amici a quattro zampe.
Collari, spot-on, gocce e spray all'olio di neem sono quelli più venduti e utilizzati. Un olio vegetale che si ricava dai semi o dalle foglie di neem, una pianta indiana, conosciuta proprio come un insetticida naturale. «In India - spiega Lidia Sanfilippo del negozio L'animaletto del cuore di Palermo - gli uccellini aggiungevano le foglie di neem nei nidi per proteggersi da zanzare e insetti. Stesso effetto si è poi scoperto avere anche su cani e gatti e da qui una nuova linea di prodotti naturali, che noi comunque consigliamo ai proprietari. In particolare in Sicilia, dove le temperature richiedono una terapia antiparassitaria quasi tutto l'anno». In aggiunta all'olio di neem, i prodotti naturali utilizzano sostanze come la comune citronella o il geranio o ancora la lavanda, dai profumi anche gradevoli. «Siamo soliti associare - aggiunge Fabio Brandi di LovePet Buotique - a questi prodotti un primo trattamento antiparassitario in vasca, utilizzando shampoo alla menta o allo zolfo, sempre insetticida naturali. A parità di condizioni, consigliamo sempre quelli naturali». Gli antiparassitari a base di sostanze vegetali, infatti, sarebbero meno dannosi per la salute di cane e gatto, in particolare se «se ne fa uso per lunghi periodi. Quelli naturali non hanno controindicazioni per sovraddosaggio o uso prolungato. Inoltre, sono anche molto indicati per i cani che soffrono di allergie, perché sono ipoallergenici», spiega Francesco Cerami, veterinario del Cesevet e Vetspecialist group. Molto indicati poi per chi ha anche bambini piccoli in casa: «Essendo sostanze naturali non arrecherebbero alcun danno al bambino che si avvicina al cane o al gatto di casa», precisa Lidia Sanfilippo. Assolutamente consigliato l'uso, poi, per i cuccioli: «Sono senz'altro meno aggressivi - continua il dottor Cerami - e per i cuccioli è necessario evitare prodotti chimici». Ma precisa: «I prodotti naturali sono senz'altro migliori nella prevenzione, perché sono repellenti. Nel caso di un cane già infestato, però, sarà sempre necessario il ricorso al prodotto chimico». Dunque, servono ad evitare pulci e zecche ma non a eliminarle se hanno già attaccato il nostro amico a quattro zampe. Seconda differenza: gli spot-on o spray a base vegetale vanno applicati ogni 10 o 15 giorni, un mese nel caso di quelli chimici. «Ma è possibile applicarli - spiega Lidia Sanfilippo - anche nelle zone vicine a naso, bocca e orecchie perché non sono velenosi e l'applicazione frequente non crea alcun danno».
Anche sul piano dei costi, gli antiparassitari naturali risultano abbastanza economici: «Un collare costa circa 9 euro contro i 18 euro dell'antipulci chimico. Le fialette si aggirano sugli 8-10 euro contro i 27-40 euro di quelle farmaceutiche», conclude Fabio Brandi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati