Mussomeli, strumenti per l’ospedale: li donerà al «Longo» il vescovo Russotto

MUSSOMELI. Un prezioso regalo del vescovo alla città e al territorio. Un dono di monsignor Mario Russotto all’ospedale «Longo», che avverrà pubblicamente lunedì pomeriggio, giorno in cui appunto il presule consegnerà al reparto di «Ostetricia e Ginecologia» un isteroscopio e un elettrocardiografo.


In particolare il primo strumento serve per la prevenzione, con diagnosi tempestive, del tumore al collo dell’utero. «Al Longo, anche grazie a questi due strumenti- spiega il direttore di presidio Alfonso Cirrone Cipolla- presto si potranno effettuare dei piccoli interventi chirurgici endoscopici a livello del collo dell’utero e della cervice».


Ad attendere Russotto ci sarà l’intero gotha della sanità nissena: oltre a Cirrone Cipolla il commissario dell’Asp, Vittorio Virgilio, il coordinatore sanitario dell’Asp Cl1 Raffaele Elia, i direttori amministrativo, Giulio Santonocito, e sanitario, Maurizio Vancheri.


Intanto, in tempi record, il reparto di Ginecologia e Ostetricia completa l’organico solo dopo 48 ore dal pensionamento di una dottoressa, Maria Giuseppa La Rocca.


«Il commissario Virgilio- fa sapere sempre Cirrone Cipolla- per sopperire tempestivamente a tale carenza di organico e per garantire la continuità assistenziale, ha destinato all’unità operativa Anna Madonia, dirigente medico della nostra azienda e residente a San Giovanni Gemini. Siamo molto soddisfatti che rapidamente abbiamo completato l’organico medico. Ciò rappresenta un forte segnale positivo per il punto nascita di Mussomeli, rimasto in vita per la particolare situazione orografica. Adesso il mio obiettivo è quello di abbattere il numero dei parti cesarei».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati